Viaggi Avventure nel Mondo

MONGOLIA SOLO FAMILY

Foto di Valter Perlino
Viaggio Family!

I viaggi della linea Family nascono per aggregare gruppi famigliari di genitori con figli coetanei che vogliono partire alla scoperta del mondo in compagnia. Per i figli di qualsiasi età, condividere l’emozione dei primi viaggi con coetanei vuol dire vivere un’esperienza ancora più indimenticabile e stimolante, e al contempo più piacevole ed aggregante anche per i genitori! 
Un’occasione di aggregazione unica, tra diversi nuclei famigliari, accomunati dalla passione per il viaggio e che insieme partono alla scoperta del 5 continenti!
Per i viaggi Family con bambini al di sotto dei 5 anni, occorre qualche precauzione in più e una attenzione particolare al programma di viaggio che sarà opportunamente adattato alle esigenze dei bambini. 

Una linea viaggi interamente dedicata alle famiglie che, accomunate dalla passione per il viaggio, partono insieme alla scoperta delle meraviglie del mondo!
DURATA
17 giorni
PERIODO
Giu Lug Ago Set
PERNOTTAMENTI
alberghetti, talvolta modesti e campeggi con gher attrezzate
TRASPORTI
auto e minibus con autista
PASTI
ristorantini e al sacco
DIFFICOLTÀ
viaggio impegnativo, lunghi tratti in auto su strade sterrate
INFORMAZIONI
I coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni. Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici:
Lucia MASTACCHINI - Tel. 3297083912
VIAGGIARE SICURI
Consulta il sito del Ministero Degli Esteri - Viaggiare Sicuri per informazioni su sicurezza, clima, meteo, sanità, documenti di viaggio, visti e valuta.
VISTI E VACCINAZIONI
Occorre il visto per la Mongolia, per ottenere il visto attraverso Viaggi nel Mondo, inviare con la scheda di prenotazione: il passaporto valido almeno 6 mesi con minimo 2 pagine libere consecutive, 4 foto tessera ed il modulo compilato e firmato SCARICABILE QUI (Mongolia)
Il costo di Euro 66 comprensive del visto e diritti d'agenzia verrà addebitato nel saldo del foglio notizie definitivo.
SITUAZIONE COVID-19
Mongolia

Chiusa al turismo.

Quota di partecipazione
Quota base da Roma o Milano
2.310
Supplemento estate Supplemento Giu-Lug-Ago
+ 325
Riduzione Riduzione ragazzi 2-11 anni
- 160
Quote basate su 9 partecipanti
Per i voli interni in Mongolia se operanti franchigia bagaglio 15 Kg. Eccedenza 1,00 dollari al Kg
I bambini fino a 2 anni pagano il 10% della tariffa aerea
la quota comprende
il trasporto aereo, il quaderno di viaggio (solo se disponibile nella nuova versione), la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), un pacchetto di servizi comprendente tutti i pernottamenti in alberghetti economici, case private, basi turistiche, la mezza pensione (alcuni pasti in case private o al sacco), (a Ulan Bator è prevista solo la prima colazione), i trasporti, una guida in Mongolia. La quota non comprende il visto e eventuali pernottamenti durante il transito a Mosca.
la quota non comprende
gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE.
NB: Le quote hanno un valore indicativo e saranno confermate nel foglio notizie di ogni partenza.
Cassa comune
Cassa comune
50
La cassa comune e' l'importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere. Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il punto 5 del Decalogo per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune.
Partenze programmate
18 GIU - 04 LUG
cod: 6977
Prenota
30 LUG - 15 AGO
cod: 6978
Prenota
Itinerario e redazionale

Interposta tra la Cina e Russia, l’antica e nobile terra dei Mongoli si distende sopra un grandioso altopiano steppico e solitario, circondato per tre lati da imponenti arcate montuose, e isolato a Sud da una cintura di aride depressioni semisommerse dalle sabbie che ricoprono di tanto in tanto la sconfinata monotonia e desolazione del Gobi, il più temibile dei deserti asiatici, terra senz’acqua e senza vegetazione. 
L’ isolamento nel quale la natura ha confinato il Paese e altri fattori meno evidenti - come le suggestioni del passato, il ricordo delle gesta leggendarie di Gengis Khan e dell’Orda d’oro - hanno contribuito a creare ed alimentare l’alone mitico che circonda ancora oggi per noi la Mongolia che, in un mondo ormai frugato e conosciuto in tutti gli angoli, ci appare come una terra favolosa, fuori dalla geografia e dalla storia, piena di ombre e misteri.

Il viaggio è basato fondamentalmente sullo splendido paesaggio nonché sugli incontri con le famiglie nomadi ed i loro animali. Il senso del viaggio è proprio quello di perdersi in questa natura incontaminata e senza limiti: è un viaggio interiore, un incontro del proprio Io con l'universo che dona naturalmente pace e serenità. Quello che si vede lo si fa “andando” e non come meta finale in quanto pochi sono i templi (veri gioielli buddisti) conservati dopo lo scempio irrazionale dell'epoca comunista così come pochi, ma straordinari, i musei da visitare. Tempi e ritmi non sono assillanti: malgrado la lunghezza di alcune tappe anche se si arriva un'ora dopo il previsto non cambia nulla, e la lunghezza delle giornate estive aiuta tanto. Il turismo è limitato (specie nel Gobi) e ci si incontra con altri quasi esclusivamente nei camp dove si pernotta, altrimenti sembra di essere soli. E' un viaggio facile sia per il coordinatore che per i partecipanti: pulmini fuoristrada quasi sempre all'altezza delle situazioni, bravi autisti, una guida-interprete, mezza pensione durante tutto il viaggio con sistemazioni confortevoli e cibo discreto. 

Un volo dall’Italia a Ulan Bator (coincidenza intermedia), siamo in Mongolia. Per visitare il paese seguiremo un itinerario circolare che - attraverso la steppa e passando per l’area del Khognokhaan Uul - ci porterà prima verso Kharkhorin (l’antica capitale della Mongolia) nella quale si trova lo stupefacente monastero di Erdene Zuu con i suoi 108 stupa, e poi ancora più a ovest, in area di montagna, al Parco Nazionale Terkhiin Tsagaan Nuur con il suo lago e il cratere del vulcano Khorgo

Tappa successiva sarà il Parco Nazionale Khangain Nuruu con un breve trek al monastero montano di Tovkhon, poi il passaggio nell’area del Gobi attraverso Ongi, villaggio ai margini del deserto e sede dei resti di importanti monasteri devastati negli anni ’30. Inoltrandoci sempre più nel Gobi passeremo per Bayanzag, zona ricca di fossili dove la missione Ligabue ha recentemente realizzato una serie di scavi, raggiungendo quindi tra la desolazione più assoluta le dune di Khongoryn che non mancheremo di scalare. Ultima tappa nel Gobi sarà la valle di Yol con il Canyon dell’Aquila e poi dopo la profonda immersione nella quiete della natura e degli spazi immensi, il traumatico ritorno nella caotica Ulan Bator dove visiteremo diversi interessanti musei.

N.B.: il percorso indicato potrebbe essere realizzato anche in senso contrario.
________________________________________________________
NADDAM FESTIVAL - MONGOLIA, ULAN BATOR 11-15 Luglio 2018

I gruppi del viaggio MONGOLIA SOLO e del TUTTO MONGOLIA avranno la possibilità di partecipare alle celebrazioni annuali per l’Anniversario della Fondazione della Repubblica Mongola, la migliore occasione per vedere i mongoli in festa. Gran parte della manifestazione è dedicata a sfilate interminabili, nelle quali ogni tribù si presenta con i costumi e i vessilli particolari. Seguono le sfilate di maschere grottesche, di evidente derivazione cinese. La danza, la musica e il canto sono molto popolari. Nei balli tradizionali risaltano scene di antiche battaglie, la danza è sovente accompagnata dal canto corale. Più suggestivo è il canto singolo che si leva nella steppa. 
Il culmine della festa a Ulan Bator è lo spettacolo della lotta e il tiro con l’arco. Migliaia di persone affollano lo stadio per acclamare i loro campioni. Alle gare di Ulan Bator partecipano solo gli atleti migliori, selezionati nelle provincie in centinaia di combattimenti e gare. La vittoria nelle gare nazionali di lotta è molto importante. Il vincitore compie, dopo il combattimento, una singolare danza attorno a una specie d’altare che sorge nel centro del campo.

Itinerario di viaggio
Giorno 1
aereo
Italia - Mosca - Ulan Bator
Giorno 2
bus
Ulan Bator - City Tour
Giorno 3
bus
10 ore
Nhustain N.P.-mount Khognokaan
Giorno 4
bus
8.30 ore
Ovogon Khiid-Mongol Els-Karakorin
Giorno 5
bus
7 ore
Tsetserleg-Zayin Khuree-Ikh tamir valley-Taikar rock
Giorno 6
bus
7 ore
Zuun Saalaa Mod- Chuluut gorge
Giorno 7
bus
9 ore
Khorgo Mountain N.P.-Terkin Tsagaan Nuur
Giorno 8
bus
15 ore
Tsetserleg - Hot Springs
Giorno 9
bus
9 ore
Tovkhon khiid-Orkhon Khurkhree
Giorno 10
bus
9.30 ore
Bat Olzii- Arvaikheer-Saikhan Ovoo-Onghy Khiid
Giorno 11
bus
8 ore
Mandal Ovoo-Bulgan soum-Khongoryn sand area
Giorno 12
bus
Khongoryn sand area
Giorno 13
bus
9 ore
Gurvan Saikhan Mountain-Yolin Am
Giorno 14
bus
9 ore
Bayanzag- Gimpil Darjaain khiid
Giorno 15
bus
7 ore
Ulan Bator
Giorno 16
bus
3 ore
Ulan Bator - Mandshir khiid
Giorno 17
aereo
6+4 ore
Ulan Bator - Mosca - Italia
NB: La sezione "Itinerario e Redazionale" costituisce un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori. Costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi proposti da Viaggi nel Mondo.
Approfondimenti e social
Libreria dell'Angolo dell'Avventura LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Entra nella nostra libreria specializzata in viaggi e cultura del viaggio.
Altri viaggi simili