Viaggi Avventure nel Mondo

VALTELLINA A PIEDI

DURATA
8 giorni
PERIODO
Giu Lug Ago Set
PERNOTTAMENTI
case private, alberghetti o rifugi
TRASPORTI
a piedi, treno, auto private proprie o a nolo
PASTI
al sacco, autogestiti negli alloggi o ristorantini
DIFFICOLTÀ
gite facili
INFORMAZIONI
I coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni. Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici:
Paolo CIVERA - Tel. 0342210984
Quota di partecipazione
Quota base da SONDRIO
180
la quota comprende
la polizza infortuni e l’assistenza Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze).
la quota non comprende
NB: Le quote hanno un valore indicativo e saranno confermate nel foglio notizie di ogni partenza.
Cassa comune
Cassa comune
450
La cassa comune e' l'importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere. Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il punto 5 del Decalogo per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune.
Partenze programmate
05 GIU - 12 GIU
cod: 6405
Prenota
19 GIU - 26 GIU
cod: 6406
Prenota
03 LUG - 10 LUG
cod: 8390
Prenota
31 LUG - 07 AGO
cod: 8395
Prenota
08 AGO - 15 AGO
cod: 8400
Prenota
04 SET - 11 SET
cod: 8405
Prenota
18 SET - 25 SET
cod: 8407
Prenota
Itinerario e redazionale

La Valtellina, il cuore delle Alpi. Una delle poche valli con direzione est - ovest. Sul suo territorio ci sono più di 1000 cime. Una grande attrazione per gli alpinisti e un parco infinito per chi ama camminare. Situata tra la catena delle Alpi Retiche a nord e quella delle Orobie a sud termina e est col Parco Nazionale dello Stelvio ed ad ovest col lago di Como. Proponiamo alcune gite alla portata di tutti che ci permettano di conoscerla il più ampiamente possibile. Gite che possono essere modificate su misura del gruppo o su richieste particolari.
In caso di giornate di tempo brutto le attrattive culturali renderanno interessante il soggiorno. La visita ai paesi più pittoreschi del lago di Como, oppure capire le tradizioni valtellinesi visitando Teglio (che ha dato il nome alla valle: valtellina) e i paesi di Ponte e Chiuro. 

Itinerario di viaggio
Giorno 1
Il nostro appuntamento sarà sabato a Sondrio che diventerà la base principale per muoversi. Una volta prese le nostre sistemazioni effettueremo una visita del capoluogo di provincia più piccolo del nord-Italia.
Giorno 2
Inizieremo con l'escursione al Monte Padrio 2153 m, una vetta facile che permette di spaziare a 360° dalle Alpi Retiche a nord, alle vette del P.N. dello Stelvio a ovest a seguire il gruppo dell'Adamello e quindi le Alpi Orobie. Gita di 3-4 h al netto, dislivello in salita 370m.
Giorno 3
La val di Mello, detta anche la Josemiti d'Europa. In questa valle dalle imponenti pareti di granito convergono da tutta Europa i rocciatori più esperti. Non è esclusiva degli arrampicatori, percorrere questa valle è come fare un tuffo nel passato, i suoi boschi, il limpido torrente che la percorre, gli antichi insediamenti pastorali, ora quasi tutti recuperati e ristrutturati, infondono un profondo senso di connubio con la natura. Tempo di percorrenza dalle 3 alle 5 h a secondo di dove si vuole arrivare, disl.in salita 300-400 m.
Giorno 4
Proviamo un itinerario un po' più impegnativo, il Pizzo Meriggio 2349 m, situato nel cuore del Parco delle Orobie valtellinesi è l'itinerario classico degli scialpinisti che d'inverno si allenano per le gare del settore, una gita bellissima anche quando non c'è più la neve. Questa vetta offre un grandioso panorama a 360°. tempo 4-5h disl.salita 880m
Giorno 5
Val Malenco, percorso ad anello con partenza dal rifugio Zoia 1996 m, risaliremo la val Poschiavina fino al passo di Campagneda 2460 m, si passerà ai piedi dell'imponente vetta del Pizzo Scalino le cui forme ricordano il mitico Cervino. Discesa per Campagneda raggiungendo il nostro punto di partenza, 4-5h. Disl in salita 470m Possibilità di una deviazione in discesa al rifugio Cristina aggiungendo circa 1h.
Giorno 6
Da Sirta 289 m risaliremo la val Fabiolo fino al paese ormai abbandonato di Sostila, fino al 1970 c'era ancora la scuola con una maestra che insegnava dalla 1° alla 5° elementare a tutti i bimbi del paese. Raggiunta Sostila, volendo, possiamo raggiungere il famoso ponte tibetano sul torrente Tartano (occorre prenotarsi per percorrerlo).
Giorno 7
Monte delle Scale 2521 m. Situato vicino alle sorgenti del fiume Adda permette di visitare le grandiose dighe di Cancano e di avere una panoramica sulla Magnifica Terra che è la piana di Bormio. Se lo desidereremo potremo a fine giornata effettuare le terme in funzione dai tempi dei romani.
Giorno 8
Gita di 3-4h disl.in salita 600 m. Ultima serata a Sondrio prima del ritorno ai rispettivi domicili. Per chi ha tempo si potrà effettuare un escursione tra le vigne che, per la loro caratteristica dei terrazzamenti sono entrati nel Patrimonio Unesco.
NB: La sezione "Itinerario e Redazionale" costituisce un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori. Costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi proposti da Viaggi nel Mondo.
Approfondimenti e social
Libreria dell'Angolo dell'Avventura LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Entra nella nostra libreria specializzata in viaggi e cultura del viaggio.
Altri viaggi simili