Viaggi Avventure nel Mondo

MONGOLIA EAGLE FESTIVAL

Foto di Michela De Faccio
Breve viaggio di 13 giorni in Mongolia dedicato principalmente all’annuale Golden Eagle Festival (2-3 ottobre), festeggiato nell’estremo occidente del paese. In volo raggiungiamo i monti Altai per un’immersione totale nell’evento più suggestivo ed affascinante dell’anno, tra antiche tradizioni e natura incontaminata.
DURATA
13 giorni
PERIODO
Set Ott
PERNOTTAMENTI
alberghetti, 7 notti negli Altai, gher attrezzate, tenda propria nella regione degli Altai (si può affittare in loco)
TRASPORTI
bus, aereo, a piedi
PASTI
cucina da campo con cuochi, case private, ristorantini
DIFFICOLTÀ
molti spostamenti
INFORMAZIONI
I coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni. Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici:
Marco VASTA - Tel. 3477001081
Paolo Antonio RICCI - Tel. 3388878718
VIAGGIARE SICURI
Consulta il sito del Ministero Degli Esteri - Viaggiare Sicuri per informazioni su sicurezza, clima, meteo, sanità, documenti di viaggio, visti e valuta.
VISTI E VACCINAZIONI
Occorre il visto per la Mongolia, per ottenere il visto attraverso Viaggi nel Mondo, inviare con la scheda di prenotazione: il passaporto valido almeno 6 mesi con minimo 2 pagine libere consecutive, 4 foto tessera ed il modulo compilato e firmato SCARICABILE QUI (Mongolia)
Il costo di Euro 66 comprensive del visto e diritti d'agenzia verrà addebitato nel saldo del foglio notizie definitivo.

SITUAZIONE COVID-19
Mongolia

Chiusa al turismo.

Quota di partecipazione
Quota base da Roma o Milano
2.360
Quote basate su 9 partecipanti
la quota comprende
il trasporto aereo, il quaderno di viaggio (solo se disponibile nella nuova versione), la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), i voli A/R per zona degli Altai, un pacchetto di servizi comprendente tutti i pernottamenti in alberghetti economici, case private e yurte, mezza pensione, (a Ulan Bator è prevista solo la prima colazione), i trasporti, un assistente interprete, guida Kazhaka nella zona degli Altai.
la quota non comprende
il visto ed eventuali pernottamenti durante il transito in Russia. Gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE.
NB: Le quote hanno un valore indicativo e saranno confermate nel foglio notizie di ogni partenza.
Cassa comune
Cassa comune
100
La cassa comune e' l'importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere. Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il punto 5 del Decalogo per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune.
Partenze programmate
Nessuna partenza programmata
Itinerario e redazionale

Un breve ma intenso viaggio nella Mongolia più tradizionale, 13 giorni interamente dedicati alla zona dei monti Altai durante l’annuale Golden Eagle Festival, l’evento più suggestivo ed affascinante dell’anno. Un’immersione totale in antiche tradizioni ma anche nella natura più incontaminata, tra monasteri e ger dei Nomadi e montagne, valli, laghi e sconfinate praterie dove cammelli e cavalli corrono in libertà e le aquile dominano i cieli. 

In volo dall’Italia raggiungiamo Ulaanbataar dove ci attende la coincidenza interna che in breve tempo ci porterà ad Ulgii, nel pieno della zona degli Altai, le alte montagne che separano la Mongolia da Kazakistan, Cina e Russia. È proprio qui che si svolgerà il Golden Eagle Festival, evento annuale di due giorni durante il quale nomadi e cacciatori si esibiranno e si sfideranno in gare di abilita a cavallo, di addestramento delle aquile e di caccia e di tiro con l’arco, il tutto in un contesto autentico ed incontaminato che ci regalerà immagini spettacolari ed indelebili. 
Dedicheremo i restanti giorni alla visita di questa stupenda regione della Mongolia. Il Parco Tavan Bogd offre varie opportunità: potremo ammirare un vero e proprio museo all'aperto estremamente ricco di petroglifi, di pitture rupestri, di statue-steli (turkish stone) disseminate nelle vallate e di cimiteri kazaki. Cercheremo Aral Tolgoi nei pressi del Khoton Lake. 

Ammireremo Il blu dei laghi Khoton Nuur e Khurgan Nuur che formano la corona dei 5 santi, le più alte montagne della catena degli Altai da cui svetta il Kuiten Uul (montagna innevata) di 4374 m. Poco più a est, dopo l’azzurro Tolbo Lake, nel Parco Tsambagarav Uul si potrà percorrere la valle di Namarijin con i suoi insediamenti kazaki fino ad arrivare alle propaggini del ghiacciaio che sovrasta i 4202 m. della Tsambagarav mountain. 
Rientriamo infine ad Ulgii, dove ci attende il volo interno che ci riporta nella capitale Ulaanbataar. Una volta effettuata la visita della citta (monastero di Gandan e di Choiji Lama,Palazzo e Museo e di BogdKhan, Museo delle belle Arti e mercato di Zah) non ci resta che prendere il nostro volo che a malincuore ci riporterà in Italia.

Itinerario di viaggio
Giorno 1
aereo
Partenza Italia
Giorno 2
aereo
Arrivo Ulaanbataar
Giorno 3
aereo
Ulaanbataar – Ulgii
Giorno 4
161 km
Ulgii – Kushuut – Khoton Lake (Altai Tavan Bogd N.P.)
Giorno 5
192 km
Khoton Lake – Khurgan Lake – Dayan Lake – Khar nuur – Ulgii
Giorno 6
30 km
Ulgii (Eagle Festival)
Giorno 7
30 km
Ulgii (Eagle Festival)
Giorno 8
195 km
Ulgii – Tsambagarav N.P. – Tolbo Lake – Namarjin Valley
Giorno 9
65 km
Namarjin Valley – Ulgii
Giorno 10
aereo
Ulgii – Ulaanbataar
Giorno 11
Ulaanbataar (visita citta)
Giorno 12
aereo
Partenza Ulaanbataar
Giorno 13
aereo
Arrivo Italia

ESTENSIONE FACOLTATIVA A 17 GG:

Aggiungeremo al nostro viaggio tutto o parte di un itinerario circolare che, in base al tempo a disposizione, attraverso la steppa e passando per l’area del Khognokhaan Uul ci porterà prima verso Kharkhorin (l’antica capitale della Mongolia) nella quale si trova lo stupefacente monastero di Erdene Zuu con i suoi 108 stupa, e poi ancora più a ovest, in area di montagna, al Parco Nazionale Terkhiin Tsagaan Nuur con il suo lago e il cratere del vulcano Khorgo

Tappa successiva sarà il Parco Nazionale Khangain Nuruu con un breve trek al monastero montano di Tovkhon, poi il passaggio nell’area del Gobi attraverso Ongi, villaggio ai margini del deserto e sede dei resti di importanti monasteri devastati negli anni ’30. Inoltrandoci sempre più nel Gobi passeremo per Bayanzag, zona ricca di fossili dove la missione Ligabue ha recentemente realizzato una serie di scavi, raggiungendo quindi tra la desolazione più assoluta le dune di Khongoryn che non mancheremo di scalare.

Ultima tappa nel Gobi sarà la valle di Yol con il Canyon dell’Aquila e poi dopo la profonda immersione nella quiete della natura e degli spazi immensi, il traumatico ritorno nella caotica Ulaanbataar.

NB: La sezione "Itinerario e Redazionale" costituisce un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori. Costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi proposti da Viaggi nel Mondo.
Approfondimenti e social
Libreria dell'Angolo dell'Avventura LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Entra nella nostra libreria specializzata in viaggi e cultura del viaggio.
Altri viaggi simili