Avventure nel Mondo
Avventure nel Mondo
Avventure nel Mondo
DURATA
17 giorni
PERIODO
Gen Feb Mar Apr Mag Set Ott Nov Dic
PERNOTTAMENTI
alberghetti
TRASPORTI
autobus e mezzi locali.Per motivi di sicurezza, sconsigliamo categoricamente i trasferimenti con bus notturni.
PASTI
ristorantini e al sacco
DIFFICOLTÀ
facile
INFORMAZIONI
I coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni. Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici:
Alessandro VALIVANO - Tel. 3294058619
Valeria DAVANZO - Tel. 3492371219
VIAGGIARE SICURI
Consulta il sito del Ministero Degli Esteri - Viaggiare Sicuri per informazioni su sicurezza, clima, meteo, sanità, documenti di viaggio, visti e valuta.
VISTI E VACCINAZIONI

Dal 03 aprile 2017 è obbligatorio ottenere il visto on line per l’India cliccando su https://indianvisaonline.gov.in/evisa/tvoa.html
Tutte le info le trovate QUI
Consigliata antitifica, raccomandata profilassi antimalarica (clorochino-resistente).

SITUAZIONE COVID-19
India

L'ingresso nel paese è consentito rispettando UNO dei seguenti requisiti:

  • Tampone Pcr effettuato entro 72 ore precedenti l'imbarco da caricare sul Portale 
  • Certificato vaccinale completato da almeno 14 giorni da caricare sul Portale 

Inoltre sarà necessario:

  • presentare un'autodichiarazione sanitaria.
  • possibile pcr in arrivo.

Kerala
Tutti i passeggeri in arrivo in Kerala dovranno iscriversi obbligatoriamente sul sito del Governo del Kerala https://covid19jagratha.kerala.nic.in/
Karnataka
All’arrivo a Bangalore, il passeggero dovrà aver scaricato 3 app: 1. Arogya Setu  2. Quarantine Watch 3. Apthamitra
Tamil Nadu
Prima dell’arrivo in Tamil Nadu e’ obbligatorio registrarsi su https://eregister.tnega.org/

Il rientro in Italia è consentito senza restrizioni 

Quota di partecipazione
Quota base
Da Roma o Milano
1.270
Supplemento
Estate
+ 240
Supplemento
Natale - Capodanno - Epifania
+ 240
Supplemento
Pasqua e Ponti Primaverili
+ 100
Per partenze da altre città indicare la preferenza sulla scheda
NB: Le prenotazioni effettuate entro 10 giorni dalla data di partenza potrebbero subire una maggiorazione rispetto alla quota pubblicata che verrà notificata al momento dell'iscrizione. Nel caso in cui la maggiorazione non venga accettata sarà possibile annullare la prenotazione senza alcuna penale.
La quota comprende
il trasporto aereo, il quaderno di viaggio, la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), i trasporti si pagano con la cassa comune.
La quota non comprende
gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE
NB: Le quote hanno un valore indicativo e saranno confermate nel foglio notizie di ogni partenza.
Cassa comune
Cassa comune
700
La Cassa Comune è l'importo di spesa previsto per persona in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota di partecipazione. Si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti considerando un livello di servizi medio ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere. Consulta le FAQ ed il punto 5 del Decalogo per una spiegazione dettagliata sulla gestione della Cassa Comune.
Partenze programmate
07 OTT - 23 OTT
cod: 3128
Prenota
11 NOV - 27 NOV
cod: 3129
Prenota
02 DIC - 18 DIC
cod: 3130
Prenota
Itinerario e redazionale

Il West Bengala, dove vivono popoli vari quanto la terra che li ospita: paesaggi himalayani, immense foreste, fiumi impetuosi, spiagge assolate, scenari naturali. Persino per un paese vario quanto l’India, la regione orientale riesce ad aumentare il fascino della scoperta. L’enorme estensione della pianura gangetica, il Delta del Gange, 600 chilometri q. di acqua, alla frontiera tra acqua e acqua, dolce e salata, quella nera delle baie che si mescola già con lo specchio verde dell’oceano. Le sue paludi, stagni, cordoni sabbiosi, dune, canali, bracci deltizi, isole... fino alle spiagge silenziose dell’Oceano Indiano. I contrafforti himalayani, Darjeeling, 2134 metri di quota, attaccate ai confini del Sikkim e del Buthan. 

Partiremo dall ’Italia per raggiungere Calcutta, il cui fascino supera qualsiasi tentativo di analisi, poiché i dati razionali sono sconvolti e fusi con elementi emotivi. È la città che Dominique La Pierre ha descritto in maniera “vera”: “.. . prigionieri di una marea di gente che andava e veniva in ogni direzione, coolie che portavano montagne di valigie e di pacchi, venditori che proponevano tutte le merci possibili ed immaginabili...Tra i viaggiatori si aggiravano dei sadhu... Un nugulo di venditori ambulanti... proponendo penne a sfera, dolciumi, biglietti della lotteria e minutaglia di ogni genere. I mendicanti si precipitarono, i lebbrosi con le mani storpie gli si aggrapparono alla camicia. Nei dintorni della stazione, in una specie di follia collettiva vorticavano autobus, taxi, carri a mano, motori, tricicli, calessi, motociclette, biciclette e tutti procedevano alla rinfusa, a passo d’uomo, in un disordine e in un frastuono terrificanti... un carretto a due ruote con due passeggeri sul sedile.Tra le stanghe, c’era un uomo... un uomo cavallo”. Ci immergeremo nella regione del Delta del Gange, che, assolutamente non turistica, non apprezzata, deve diventare per noi un luogo di innamoramento, non solo perché rifiuto finale del Gange, fiume di Buddha, ma per tutto ciò che contiene e che dà solo a chi è in grado di capire che cos’è la vera India. 

Arrivati a Basanti, al confine tra India e Bangladesh, prendiamo la barca: ci aspettano 4 giorni nella regione di paludi e canali che si spinge verso il Bangladesh, dove tra acqua ed erba alta i villaggi divengono sempre più rari, sostituiti da colonie di animali selvatici protette in parchi naturali: Bakkhali, dove vivono scimmie e uccelli acquatici; Lothian Island, popolata da cinghiali, delfini del Gange, lontre, serpenti; Sunderbans coi suoi coccodrilli, gaviali, tigri reali, gazzelle; infine Saznakhal i ricca di cinghiali ed uccelli di palude. In questa zona sprovvista totalmente di mentalità e di strutture turistiche, dovremo adattarci alle circostanze del momento scoprendo sul posto i mezzi di trasporto. Ritorneremo poi in parte sui nostri passi, e, risalendo verso nord-ovest e verso il Bihar, visiteremo la parte centrale del Bengala. Ci immergeremo perciò nell’esame di templi di Vishnupur (XVI sec., dinastia Amalia) e di Shantiniketam che dal 1910 è anche sede dell’Università internazionale Vishva Bharati fondata da Tagore. Il Bengala è la culla della musica e del poema epico danzato e proprio a Shantiniketam, ossia “asilo della pace”, come dato da Tagore alla città, c’è un’importante scuola di canto e danza sacra fondata dallo stesso grande filosofo. 

Attraverso le cittadine di Murshidabad, Malda, Pandua, arriveremo poi a Shiliguri ed alla vicina New Jalpaiguri, dove, lasciato il mezzo finora usato, prenderemo un trenino a cremagliera, un trenogiocattolo che dal 1878 porta a Darjeeling, superando un dislivello di 2000 metri. Le 8 ore di viaggio saranno compensate dal godimento dagli scenari naturali di superba bellezza di giungle, risaie, piantagioni di tè e foreste di pini. Darjeeling, la cosiddetta città della folgore e luogo di villeggiatura preferito dai colonialisti inglesi, si articola tra gradini a terrazzi, tra piccoli bazar esotici, graziosi chalet, foreste e giardini; il tutto sotto l’ombra protettrice delle vette coperte di nevi perenni del Kanchenjunga. Darjeeling sarà punto di partenza per le nostre escursioni, in Sikkim: dove resteremo stupiti dalla natura in fiore, dai giardini ordinati, dai lunghi ponti tibetani. Arriviamo a Gangtok e visitiamo l’Istituto di Ricerche di Tibetologia Namgyal, il monastero di Enchey, in questo periodo viene rivestito con bandierine colorate con stampate le preghiere per Buddha, l’emporio governativo e la fabbrica di tappeti, il Deer Garden, giardino panoramico con leopardo delle nevi, il Chogyal Palace con la cappella Tsuk-La-Khang eccezionalmente aperta, il Bazar. In jeep raggiungiamo Tiger Hill. Alle 5 i primi raggi di sole illuminano il Kanchenjunga, mentre in lontananza si notano l’Everest, il Makalu, e il Lhotse, tutti “ottomila”. Quando il sole è già alto torniamo a Darjeeling, sostando in due monasteri buddisti. Rientriamo a Bagdogra. Da Bagdogra un comodo treno notturno ci riporterà a Calcutta all’aereo per l’ Italia.

NB: La sezione "Itinerario e Redazionale" costituisce un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori. Costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi proposti da Avventure nel Mondo.
Materiale di viaggio
Quaderno di viaggio
INTRODUZIONE ALL'INDIA
I quaderni di viaggio sono raccolte di articoli selezionati da Avventure nel Mondo. Vengono inviati ai partecipanti iscritti al viaggio.
Libro consigliato
India del Nord trecentotrenta milioni di déi
Ti consigliamo questo libro per il viaggio, acquistalo presso la nostra libreria cliccando su questo riquadro.
Approfondimenti e social
Libreria dell'Angolo dell'Avventura LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Entra nella nostra libreria specializzata in viaggi e cultura del viaggio.
Altri viaggi simili