Viaggi Avventure nel Mondo

GORILLA E SCIMPANZÈ Uganda Viaggio di gruppoAvventuraAfrica Centrale

Foto di Daniele Levratti
DURATA
10 giorni
PERIODO
Gen Feb Mar Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
PERNOTTAMENTI
alberghetti e campi tendati
TRASPORTI
minibus con autista
PASTI
ristorantini e al campo
DIFFICOLTÀ
facile, trek di un giorno per la visita ai gorilla
INFORMAZIONI
I coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni. Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici:
Alessandra CARNIMEO - Tel. 3481303680
Mario AVERSANO - Tel. 3401056435
VIAGGIARE SICURI
Consulta il sito del Ministero Degli Esteri - Viaggiare Sicuri per informazioni su sicurezza, clima, meteo, sanità, documenti di viaggio, visti e valuta.
VISTI E VACCINAZIONI
Il visto per l’Uganda si ottiene on line cliccando su https://visas.immigration.go.ug/ Tutte le informazioni relative al visto ti verranno fornite dal capogruppo.
Vaccinazioni: Obbligatoria Febbre Gialla. Raccomandata la profilassi antimalarica (clorochino-resistente)
SITUAZIONE COVID-19
Uganda

Tampone Pcr effettuato nelle 120 ore precedenti l'ingresso.
Screening sanitario in arrivo.
Nuovo test prima dell'uscita dal paese, da effettuare 120 ore prima della partenza.
Divieto per i cittadini italiani per il DPCM del 2 Marzo 2021 e ordinanza del 14 Maggio 2021.

Quota di partecipazione
Quota base da Roma o Milano
1.550
Supplemento estate
+ 160
Supplemento natale e capodanno
+ 160
quote basate su 9 partecipanti
evitare carte di credito e travellers cheques, consigliati contanti
la quota comprende
il trasporto aereo, il quaderno di viaggio (solo se disponibile nella nuova versione), la polizza infortuni e l'assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), un ammontare per il trasporto con jeep 4x4.
la quota non comprende
i pernottamenti in alberghi, il costo della escursione ai gorilla, non prenotata dall'Italia, da pagare con la cassa comune e gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e quanto non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE
NB: Le quote hanno un valore indicativo e saranno confermate nel foglio notizie di ogni partenza.
Cassa comune
Cassa comune suppl. per visita ai gorilla facoltativa + visti d'ingresso se necessari (circa 150 usd)
730
$
Cassa comune
570
si accettano esclusivamente banconote emesse a partire dal 2009 in ottimo stato di conservazione
La cassa comune e' l'importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere. Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il punto 5 del Decalogo per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune.
Partenze programmate
23 OTT - 01 NOV
cod: 2145
Prenota
03 DIC - 12 DIC
cod: 2146
Prenota
23 DIC - 01 GEN
cod: 3712
Prenota
27 DIC - 05 GEN
cod: 2417
Prenota
14 GEN - 23 GEN
cod: 3713
Prenota
Itinerario e redazionale

Posta a cavallo dell’equatore, nel cuore del continente africano, l’Uganda è oggi un paese che offre al viaggiatore emozioni uniche. E’ un vero paradiso naturale in cui si alternano foreste impenetrabili, verdi savane, altipiani coltivati e catene montuose. Grazie alla sua collocazione geografica, tra le savane dell’Africa centro – orientale e le foreste dell’Africa equatoriale, ha la più ricca biodiversità dell’intero continente: offre, quindi, la possibilità di visitare ambienti profondamente diversi sia per la fauna che per la flora. Oltre quindi alla moltitudine di specie floreali ed animali presenti nel paese, l’Uganda è famosa soprattutto perché ospita le ultime popolazione dei maestosi gorilla di montagna.

Nonostante sia un paese che offra tantissimo, questo breve ma intenso viaggio ha come scopo principale quello di far osservare nel loro ambiente naturale due dei nostri parenti più stretti ed è incentrato quindi a far vivere quelle esperienze indimenticabili ed indescrivibili che sono l’incontro con gli scimpanze e soprattutto con le famiglie dei gorilla di montagna.

Dall’Italia in volo per Entebbe e quindi Kampala, la capitale del paese. Lunga tappa fino a Fort Portal e finalmente siamo al Kibale National Park. Più di 700km2 di habitat estremamente vario, dalla foresta pluviale a quella semi-decidua, alle praterie africane più classiche fino alle zone paludose. Protegge uno degli ultimi tratti di foresta pre-montana dell’Africa orientale, un eccezionale avifauna e soprattutto una delle più alte e varie concentrazioni di primati dell’intero continente. Tra queste 13 specie di scimmie sicuramente la più interessante è lo scimpanze, presente nel parco con numerose distinte comunità che avremo modo di incontrare durante il nostro chimpanzee trekking. Con circa il 99% del DNA in comune, lo scimpanze insieme al bonobo appartiene ad un ramo evolutivo collaterale a quello nostro. E’ quindi la specie animale a noi più vicina da un punto di vista genetico, dotato di un quoziente d’intelligenza elevato che in cattività è noto raggiungere livello comparabili con quelli di umani al di sotto della media. Pur essendo distribuito a macchia di leopardo su un’area estesa del continente africano, dal golfo di Guinea all’Africa orientale, e con una popolazione compresa tra i 170.000 e 300.000 individui, come tutte le scimmie antropomorfe è purtroppo da considerare in pericolo di estinzione.

In Uganda, lo scimpanzé è presente in circa cinque distinte aree, sicuramente in maggiore abbondanza nelle più note foreste del Kibale National Park. Lasciamo il parco per entrare quindi nell’adiacente Queen Elizabeth National Park, che forma un corridoio ecologico ininterrotto e fondamentale tra le due aree naturali. Anche qui troviamo ambienti estremamente vari, in primis le più classiche savane e praterie africane, ma ancora aree di foresta pluviale, paludi e bacini lacustri in prossimità del celebre Kazinga Channel, canale che unisce il Lake George con quello di Edward. Prima di un più classico game drive africano, che nelle aree di Ishasha a sud del parco ci porterà a vedere quelle inusuali popolazioni di leoni che hanno adottato un stile di vita arboricolo, andremo a fare un altro trek nella meno turistica e conosciuta Kyambura Gorge Reserve. Parte del Queen Elizabeth, è l’unica area del parco nel quale possono essere trovati con notevole varietà ed abbondanza primati, tra cui altre comunità di scimpanzé.

Proseguiamo quindi verso la citta di Kisoro a sud, verso lo Bwindi Impenetrable National Park, ovvero verso le ultime popolazioni di gorilla di montagna che avremo modo di osservare per vivere un’esperienza indimenticabile. Il parco, patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, occupa un’area di circa 331 km2, perlopiù montagnosa e ricoperta da una fitta foresta tropicale e protegge uno degli ecosistemi più ricchi dell’intero continente, tra cui una delle ultime due popolazioni al mondo di gorilla di montagna. Si tratta di una sottospecie a fortissimo rischio di estinzione, oggi presente al mondo con una popolazione totale di circa 800 individui, divisi in due distinte popolazioni: una nelle Montagne del Virunga e una di circa 300 esemplari appunto nel Bwindi Impenetrable National Park. Il nostro trek partirà presto la mattina, si cammina tra cespugli e grovigli di vegetazione fittissima, su un tracciato che si inerpica sulle montagne attraverso una foresta quasi impenetrabile. La foresta è meravigliosa, il nome “impenetrabile” è appropriato, la vegetazione è fittissima, alcuni sentieri sono tracciati, si vede che vengono percorsi quotidianamente, ma sono comunque disseminati di tronchi d’albero da scavalcare, liane che si aggrovigliano ai piedi, e rami che chiudono la strada. La durata di questa stupenda escursione varia in base all’ubicazione delle famiglie dei gorilla. L’incontro con questo maestoso ed elegantissimo primate è un qualcosa di indimenticabile che suscita forti emozioni e che poteremo con noi sempre nel cuore. Più li si osserva tra i loro sguardi, le loro movenze e gestualità e le loro posizioni e più emerge la compatibilità genetica al 98% con noi umani e più ci si chiede come possano essere state possibilmente effettuate le atrocità del passato che hanno portato questo animale sull’orlo di estinzione. Un’esperienza unica ed indescrivibile.

Lasciamo quindi Kisoro per incominciare il nostro ritorno verso Entebbe dove ci attende il volo per l’Italia. Faremo prima tappa al Mburo Lake National Park, uno degli innumerevoli laghi cosparsi in Uganda, per un ultimo assaggio di natura africana. Qui avremo modo di effettuare un piacevole boat cruise o anche un walking safari mattutino, tra zebre, impala, bufali, ippopotame, facoceri una serie di altre classici animali africani e soprattutto un enorme varietà di uccelli. Quindi Entebbe e la nostra coincidenza per l’Italia.

Itinerario di viaggio
Giorno 1
Partenza Italia
Giorno 2
42 km
Arrivo Entebbe - Kampala
Giorno 3
296 km
Kampala - Fort Portal
Giorno 4
38 km
Fort Portal - Kibale N.P. (scimpanze trek)
Giorno 5
132 km
Kibale N.P. - Kyambura Gorge (scimpanze trek) - Queen Elizabeth N.P.
Giorno 6
248 km
Queen Elizabeth N.P. - Kisoro
Giorno 7
43 km
Kisoro - Bwindi Impenetrable Forest (gorilla trek) - Kisoro
Giorno 8
282 km
Kisoro - Lake Mburo N.P.
Giorno 9
225 km
Lake Mburo N.P. (morning walking safari) - Partenza da Entebbe
Giorno 10
Arrivo Italia
NB: La sezione "Itinerario e Redazionale" costituisce un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori. Costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi proposti da Viaggi nel Mondo.
Materiale di viaggio
Approfondimenti e social
Libreria dell'Angolo dell'Avventura LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Entra nella nostra libreria specializzata in viaggi e cultura del viaggio.
Altri viaggi simili