Viaggi Avventure nel Mondo

TUTTO SUD TUNISIA Viaggio di gruppoAvventuraNord Africa

Foto di Paolo Dalla Palma
DURATA
16 giorni
PERIODO
Tutto l'anno
PERNOTTAMENTI
tenda propria e alberghetti
TRASPORTI
fuoristrada con autista
PASTI
cucina da campo e ristorantini
DIFFICOLTÀ
Alcune notti sotto le stelle
INFORMAZIONI
I coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni. Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici:
Per info: Roberto Bottoni - Tel. 334-6125347
VIAGGIARE SICURI
Consulta il sito del Ministero Degli Esteri - Viaggiare Sicuri per informazioni su sicurezza, clima, meteo, sanità, documenti di viaggio, visti e valuta.
VISTI E VACCINAZIONI
Non occorrono visti.
SITUAZIONE COVID-19
Tunisia

Tampone Pcr effettuato nelle 72 ore precedenti l'ingresso.
Obbligo di registrazione sul sito , quarentena di 10 giorni.
I passeggeri in ingresso saranno comunque soggetti ad un test rapido.

Divieto per i cittadini italiani per il DPCM del 2 Marzo 2021 e ordinanza del 14 maggio 2021

Quota di partecipazione
Quota base da Roma o Milano
1.340
Supplemento estate
+ 90
Supplemento natale e capodanno
+ 90
Supplemento pasqua e ponti primaverili
+ 90
Per partenze da altre città indicare la preferenza sulla scheda
la quota comprende
il trasporto aereo nella classe e con voli previsti da Roma e Milano (supplemento qualora siano necessarie tratte nazionali in coincidenza con il volo internazionale), il quaderno di viaggio (solo se disponibile nella nuova versione), la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), il trasporto su fuoristrada e pulmino con autista, una scorta di viveri sufficiente per i giorni di viaggio nel deserto che dovrà essere integrata con acquisti fatti localmente da pagare con la Cassa Comune, la cucina da campo.
la quota non comprende
gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE
NB: Le quote hanno un valore indicativo e saranno confermate nel foglio notizie di ogni partenza.
Cassa comune
Cassa comune
300
La cassa comune e' l'importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere. Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il punto 5 del Decalogo per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune.
Partenze programmate
27 NOV - 12 DIC
cod: 1721
Prenota
27 DIC - 11 GEN
cod: 3617
Prenota
01 GEN - 16 GEN
cod: 3618
Prenota
Itinerario e redazionale

Dall'Italia e dopo un passaggio (con pernottamento e qualche visita locale) a Tunisi, arriviamo alla bella Isola di Djerba, in cui non mancheremo di fare un giro per la medina di Houmt Souk prima di inoltrarci verso l’interno, dove la prima parte del viaggio ci riserva subito una suggestiva ed appagante serie di ksar storici semi abbandonati, caratteristici villaggi e interessanti paesaggi: Medinine, Metameur, Toujane, Ksar Hallouf, fino ad approdare a Matmata, con le sue arcaiche abitazioni troglodite scavate sottoterra, in una delle più belle e confortevoli delle quali pernotteremo, per un’esperienza indimenticabile. 

A seguire ancora altri luoghi molto particolari: Ksar Zamour, Ksar Hadada (uno dei set che visiteremo, utilizzati per le riprese di “Star Wars”), Guermassa (arroccato villaggio abbandonato di estrema suggestione), Chenini (dove saliremo al vecchio insediamento e al viaggio berbero ancora abitato, senza dimenticare la vicina celebre Moschea dei 7 Dormienti, con le curiose tombe dei giganti), Ksar Ouled Soltane (forse il più fotogenico e meglio conservato) e ancora Ksar Ezzarah con le sue costruzioni a 4 piani, fino ad approdare a Douiret, dove dormiremo, ai piedi della collina dell’antico villaggio, ancora in un bellissimo lodge tipico, con comode stanze ricavate nella roccia. 

Dopo il passaggio allo Ksar riconvertito di Ouled Debbab e aver fatto i rifornimenti a Tataouine, partiamo verso le aree desertiche del sudovest. Oltrepassato l’avamposto di Zmela, una risorgiva calda e il laghetto nell’oasi di Ksar Ghilane, nei cui paraggi non tralasceremo i resti di un forte romano, si entrerà nel cuore più spettacolare del deserto tunisino, con il punto-sosta di El Mida e le nostre tende montate in libertà in località Gour el Kleb. A seguire le spettacolari e avventurose distese di dune di Dekanis che ci porteranno, per un bagno ristoratiore, al laghetto caldo nell’oasi di Ain Ouadette: quasi un miraggio verde nel magico mare di sabbia. Procediamo per Tembaine, dove non mancheremo la facile ascesa alla prospiciente altura, coperta di conchiglie fossi e da cui il paesaggio si apre allo sguardo verso le distese sottostanti. Poi in direzione del Parco Jebel, al cui ingresso, oltre a un piccolo museo, solitamente già ci aspettano dromedari e addax che lì vivono in libertà insieme a molte altre specie. Transitando per un paio di pozzi (Bir Abdalla e Bir Ahmed), potremo anche farci ospitare dal tendone del Cafè du Parc, prima dell’ultima notte in tenda al riparo delle dune di “Rose de sable”, che non a caso è nei paraggi di una distesa infinita di rose del deserto, in bellavista dappertutto. Attraversando i villaggi di El Faouar, Sabria (resti di un fortino della Legione Straniera) ed i palmeti di Zaafrane, eccoci infine a Douz, la “porta del deserto”, i cui datteri sono rinomati nel mondo. 

Passando per Kebili e dopo esserci brevemente soffermati nel piccolo labirinto di pinnacoli d'arenaria di Debecha, attraverseremo il grande lago salato del Chott el Djerid per approdare, sull’opposta sponda, alle due altre notissime località di Tozeur e Nefta, con i loro celebri palmeti e le piccole pittoresche medine. I paesaggi ora cambiano nell’area delle oasi di montagna e ci aspettano alcune pregevoli curiosità paesaggistiche, come la guelta di Chebika, la cascata di Tamerza e il piccolo canyon di Mides, a ridosso del confine algerino. Attraverseremo la zona mineraria dei giacimenti di fosfati per approdare al centro maggiore, Metlaoui, da cui potremo effettuare una simpatica variante escursionistica nel caratteristico trenino turistico d’epoca (costruito nel 1910 come mezzo di corte a disposizione del locale Bey), che ci condurrà per 43 km attraverso le Gole di Seldja.

Paesaggio e vegetazione mutano ancora mentre ci porteremo verso nord, nella parte più ricca di importanti centri turistici: da Gafsa (con la ben conservata piscina romana), alla sorprendente e ricca area archeologica di Sbeitla, Kairouan (città patrimonio dell’Unesco, grazie alla sua mitica moschea e alle sue altre attrattive), il celeberrimo anfiteatro di El Jem, fino ad arrivare agli interessanti centri costieri di Mahdia, Monastir e Sousse, in cui visiteremo interessanti medine, forti, madrasse e moschee. L’ultima parte dell’itinerario, salendo a nord, comprenderà infine le note località turistiche costiere di Hammamet e Nabeul, prima di tornare nuovamente a Tunisi, in cui potremo decidere, secondo il tempo disponibile, di effettuare le ultime visite al tipico villaggio di Sidi Bou Said, all’area archeologica di Cartagine, oppure alla sterminata raccolta di mosaici del Museo del Bardo o semplicemente per un giro in libertà (con shopping) per la grande medina, nei cui paraggi alloggeremo per l’ultima notte tunisina, prima di riprendere l’aereo per l'Italia.

NB: La sezione "Itinerario e Redazionale" costituisce un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori. Costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi proposti da Viaggi nel Mondo.
Materiale di viaggio
Approfondimenti e social
Libreria dell'Angolo dell'Avventura LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Entra nella nostra libreria specializzata in viaggi e cultura del viaggio.
Altri viaggi simili