Viaggi Avventure nel Mondo

CAPPADOCIA MAR NERO Viaggio di gruppoAvventuraSud Europa

Foto di Barbara Bettelli
DURATA
15 giorni
PERIODO
Apr Mag Giu Lug Ago Set
PERNOTTAMENTI
alberghetti
TRASPORTI
autobus con autista
PASTI
ristorantini
DIFFICOLTÀ
facile
INFORMAZIONI
I coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni. Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici:
Caterina LANNA - Tel. 3273573118
VIAGGIARE SICURI
Consulta il sito del Ministero Degli Esteri - Viaggiare Sicuri per informazioni su sicurezza, clima, meteo, sanità, documenti di viaggio, visti e valuta.
VISTI E VACCINAZIONI
Occorre il passaporto o la carta d'identità per l'espatrio (validi almeno 5 mesi dalla data di partenza).
SITUAZIONE COVID-19
Turchia

Le persone che hanno completato la vaccinazione da almeno 14 giorni e sono in possesso della certificazione, in lingua inglese, e/o hanno già contratto e sono guarite dal Covid negli ultimi 6 mesi, sono esonerati dalla quarantena e dal test Pcr.
Per tutti gli altri: Tampone Pcr effettuato nelle 72 ore precedenti l'ingresso.
Obbligo di compilare il travel entry form nelle 72 ore precedenti la partenza.
Possibilità di essere sottoposti in arrivo a test a campione.
Divieto ai cittadini italiani per DPCM del 2 Marzo 2021 e ordinanza del 14 maggio 2021

Quota di partecipazione
Quota base da Roma o Milano
1.000
Supplemento estate
+ 120
Supplemento pasqua e ponti primaverili
+ 80
la quota comprende
il trasporto aereo, bus con autista da Istanbul a Erzerum (per 10 giorni), 1 pernottamento a Safranbolu, la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze). Pernottamenti, carburante, ingressi ed escursioni da pagare in Cassa Comune.
la quota non comprende
gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE
NB: Le quote hanno un valore indicativo e saranno confermate nel foglio notizie di ogni partenza.
Cassa comune
Cassa comune
510
La cassa comune e' l'importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere. Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il punto 5 del Decalogo per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune.
Partenze programmate
Nessuna partenza programmata
Itinerario e redazionale

Un itinerario che comprende una regione ingiustamente lasciata fuori dalla nostra programmazione: la costa orientale del Mar Nero fino ai confini dell’Armenia, nello scenario grandioso del Monte Ararat e la visita alla Cappadocia. Una traversata via terra, in treno e minibus con autista, da Istanbul fino a Erzurum.

In volo raggiungiamo Istanbul adagiata sulle rive del Bosforo, città antica, capitale di un impero che arrivò a minacciare l’Europa, congiunzione tra Oriente ed Occidente, fonde elementi diversi, nella sua gente e nell’architettura dei suoi monumenti. Dalla Moschea Blu, diventata simbolo della città con i suoi sei minareti e con le sue meravigliose ceramiche blu, all’altrettanto famosa Moschea di Solimano il Magnifico vero prodigio di architettura, è la celebre chiesa di Santa Sofia ornata di splendidi mosaici. Poi il Topkapi, antica residenza dei sultani, famosissimo per le collezioni di gioielli e porcellane cinesi. Saliremo al Caffè di Pierre Loti per godere della splendida vista sul Bosforo. Nel pomeriggio inoltrato, una bella crociera, per un tramonto indimenticabile sul Bosforo, con le moschee illuminate, durante l'ora blu!

Partiamo da Istanbul col pullman per Safranbolu posto speciale forse unica con le sue case tipiche e qui passiamo una notte assaggıando piatti tipici tradizionali l'indomani partiamo verso la Cappadocia. Via Ankara e lago salato Tuz lungo la strada, visiteremo il caravanserraglio di Agzikarahan.

In Cappadocia visiteremo le note Goreme, Zelve (con i loro musei all’aperto), Uchisar e Ortahisar, ma anche località trascurate dal turismo di massa come la Valle di Ihlara, la Valle Rossa, Cavusin e Mustafapasa dove ancora si può assaporare l'autentica e antica Cappadocia, i cui siti archeologici più importanti sono stati scoperti nel 1907 dal gesuita francese Guillaume de Jerphanion, conosciuto in Turchia come 'le père archéologue'.

Faremo un piacevolissimo e facile trekking nelle valli Indanonu, Meskendir e Kizilgukur (valle bianca, rossa e rosa), i suoi spettacolari camini di fata, le piccionaie più belle finemente decorate e una miriade di pinnacoli in forme e colori fantasmagorici. La natura è qui l’elemento dominante, l’uomo non è riuscito, per fortuna, ancora in questo angolo meraviglioso di mondo, a rovinare e deturpare, anzi la sua presenza nel corso dei secoli, ha contribuito a rendere il paesaggio ancor più affascinante. L’uomo ha cercato qui, nella natura, solo protezione e rifugio attuando con essa un meraviglioso legame, forse fra i più intimi e suggestivi del mondo. In tempi geologicamente recenti, questa regione fu sottoposta a varie fasi dell’intensa attività eruttiva dell’Erciyes Dagi, imponente vulcano di 3.916 m. Le ceneri e i lapilli proiettati in più riprese, si espansero largamente e ricoprirono la regione di una spessa coltre di tufi stratificati. Nella seconda metà del VII secolo, alcune comunità cristiane fuggenti dalla vicina Kayseri, sotto l’incalzare della minaccia araba, trovarono qui un sicuro rifugio; scavarono pazientemente nella tenera pietra abitazioni, stalle e chiese, quest’ultime poi preziosamente affrescate. Scavarono anche profonde città sotterranee (che visiteremo), nelle quali trovavano rifugio durante le invasioni. Nei secoli successivi, tali grotte continuarono nella loro funzione difensiva, allorché si verificarono nuove invasioni, per decine di migliaia di persone.

Lasciamo la Cappadocia per Hattusa (l’odierna Bogazköy) che fu capitale dell’antico regno ittita e costituisce una delle più importanti aree archeologiche della Turchia. In un grandioso scenario di pietra sopravvivono i resti di una città le cui mura si sviluppavano per 6 chilometri. Proseguiamo per Unye e siamo sulla costa del Mar Nero, con una bella spiaggia, un giorno di relax e proseguiamo per Trabson capitale dell’antico Impero di Trebisonda. Visiteremo la chiesa di Aghia Sofia e Trebisonda, il monastero di Sumela, mirabili testimonianze del passato bizantino di questa regione. Proseguiamo per Opa e i castelli armeni di Yusufeli.

Con i nostri pulmini ci addentreremo, quindi, nelle gole aspre e selvagge della vallata di Araxes per affrontare i primi contrafforti dell'altopiano anatolico. Visiteremo le chiese georgiane di Haho e Osk Vank costeggeremo il confine con l'Armenia per visitare Ani, la Pompei dell'Asia Minore, tra le cui mura si intrecciano tre civiltà: l'armena, la bizantina, la turca. Dopo una breve sosta a Kars arriveremo a Dogubayazit dominata dal bel castello-residenza di Isac Pascià nello scenario superbo del leggendario massiccio dell'Ararat (m 5165). Nel 1951 un turista asserì di aver intravisto sotto i suoi ghiacciai millenari la sagoma dell'Arca Perduta. Tappa successiva sarà l'antica città carovaniera di Erzerum considerata da sempre la porta d'Oriente, con le sue preziose chiese georgiane. Da qui passò Marco Polo nel suo viaggio verso la Cina. 

Dopo aver visitato la grande moschea e la Cifte Minare Medresesi assaggeremo i forti sapori della cucina turca. Poi l’indomani il volo per Istanbul e in coincidenza diretta il volo per l’Italia.

Itinerario di viaggio
Giorno 1
aereo
Italia – Istanbul Moschea Blu
Giorno 2
Istanbul - Topkapi - Basilica Cisterna - Aya Sofia - Karyie - Camii
Giorno 3
Istanbul - Crociera sul Bosforo
Giorno 4
battello, piedi, minibus
Istanbul – Mercati – Partenza per Safran Bolu
Giorno 5
bus
Ankara visita città–Lago Tuz Golu–Cappadocia Goreme
Giorno 6
mongolfiera, bus, piedi
Giro in Mongolfiera (facoltativo) – Valle delle Rose – Cavusin – Urgup (piccionaie) – Pasabang (Camino delle fate) - Avanos
Giorno 7
bus, piedi
Goreme – Kaymakli (città sotterranea) – Moustafapasa (città greca) – Valle di Ilhara (trekking) - Goreme
Giorno 8
bus
Goreme – Hattusa - Unye
Giorno 9
bus
Unye spiagge del Mar Nero
Giorno 10
bus
Unye – Trabson lungo la costa
Giorno 11
bus
Trabson – Monastero di Sumela – Opa
Giorno 12
bus
Opa - Yusufeli (Castelli armeni) - Kars
Giorno 13
bus
Kars – Confine con Armenia, chiese armene di Ani – Dogubeyazit
Giorno 14
bus
Dogubeyazit (antica residenza di Isak Pascià) Erzurum
Giorno 15
bus, aereo
Erzurum – Istanbul – Italia
NB: La sezione "Itinerario e Redazionale" costituisce un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori. Costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi proposti da Viaggi nel Mondo.
Materiale di viaggio
Equipaggiamento
Goretex
Per questo viaggio ti consigliamo abbigliamento e calzature con membrana Gore-Tex. Prenota il viaggio per ricevere un codice di Extra Sconto -10% su tutti i prodotti Goretex.
Quaderno di viaggio
TURCHIA
I quaderni di viaggio sono raccolte di articoli selezionati da Avventure nel Mondo. Vengono inviati ai partecipanti iscritti al viaggio.
Approfondimenti e social
Libreria dell'Angolo dell'Avventura LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Entra nella nostra libreria specializzata in viaggi e cultura del viaggio.
Altri viaggi simili