Viaggi Avventure nel Mondo

ISCHIA E PROCIDA Viaggio di gruppoAvventuraItalia

Foto di Paolo Garrone

Trekking, mare e oltre. Non molti sanno che l'isola di Ischia è da secoli meta di viaggiatori che l'hanno ammirata, oltre che per le spiagge e il mare blu, per i sentieri delle acque che sgorgano dal terreno e la fiorente terra vulcanica generosa di frutti e vino.

DURATA
9 giorni
PERIODO
Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott
PERNOTTAMENTI
case private
TRASPORTI
mezzi locali
PASTI
ristorantini
DIFFICOLTÀ
facile
INFORMAZIONI
I coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni. Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici:
Eleonora PREZIOSO - Tel. 3939645538
Andrea DE GAETANO - Tel. 3497724453
SITUAZIONE COVID-19
Italia

Permesso lo spostamento tra Regioni.
Libera circolazione tra regioni bianche e gialle.
 

Sud Italia

Tutte le regioni sono bianche.

Quota di partecipazione
Quota base Da Napoli (porto)
250
*Provvisoria*
la quota comprende
i traghetti, la polizza infortuni e l’assistenza Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze).
la quota non comprende
tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE
NB: Le quote hanno un valore indicativo e saranno confermate nel foglio notizie di ogni partenza.
Cassa comune
Cassa comune
495
La cassa comune e' l'importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere. Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il punto 5 del Decalogo per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune.
Partenze programmate
07 AGO - 15 AGO
cod: 0155
Prenota
14 AGO - 22 AGO
cod: 0156
Prenota
14 AGO - 22 AGO
cod: 1352
Prenota
21 AGO - 29 AGO
cod: 0157
Prenota
21 AGO - 29 AGO
cod: 1291
Prenota
11 SET - 19 SET
cod: 0158
Prenota
18 SET - 26 SET
cod: 0159
Prenota
25 SET - 03 OTT
cod: 0162
Prenota
Itinerario e redazionale

Non molti sanno che l’isola d’Ischia è da secoli meta di viaggiatori che l’hanno ammirata, oltre che per le spiagge e il mare blu, per i sentieri delle acque che sgorgano dal terreno e la fiorente terra vulcanica generosa di frutti e vino. 

La storia dell’isola parte da molto lontano: tra le prime colonie greche in Occidente, l’isola è stata località privilegiata per i viaggi di poeti e artisti in tutte le epoche, affascinati dai suoi meravigliosi panorami e confortati dalle sue terme naturali. Gli Ischitani, suddivisi in decine di frazioni in allegra competizione tra loro, sono tra i popoli più ospitali del Mediterraneo e non faranno mancare consigli su itinerari segreti da percorrere e buona cucina di mare e di terra. Il viaggio che vi consigliamo è quindi un viaggio fatto soprattutto di passeggiate, scorci indimenticabili e cultura, dove anche il relax e i bagni non mancheranno. L’itinerario percorre l’isola in circolo partendo dalla costa nord-est, scende verso sud e il centro dell’isola, per chiudere il cerchio con la costa nord-ovest, ma può essere anche gestito in senso inverso. 

Chiusura con due giorni nella vicina isola di Procida, “L’isola di Arturo” raccontata da Elsa Morante, la quintessenza dell’isola di pescatori, ancora tutta da scoprire dal turismo di massa.

 Foto di Eleonora Prezioso
Foto di Eleonora Prezioso
Itinerario di viaggio
Giorno 1
Ritrovo sul porto di Napoli in tarda mattinata per imbarco sul traghetto (2h), arrivo sull’isola e visita del Castello Aragonese a Ischia Ponte, che divenne suggestivo luogo di villeggiatura della poetessa Vittoria Colonna in periodo rinascimentale. Successiva passeggiata per il borgo dei pescatori.
Giorno 2
Giornata full-mare per ammirare i punti più inaccessibili della costa Est dell’isola. Noleggiamo una barca dal lato Ischia Ponte per visitare, tra le diverse calette, le suggestive “Grotta verde” e “Grotta del Mago”, antri marini che hanno ispirato antiche leggende. Snorkeling nella baia antistante il Castello e tuffi a volontà.
Giorno 3
Arriviamo alla spiaggia dei Maronti tramite un escursione (difficoltà E) sul sentiero dei Pizzi bianchi, 5km tutti in discesa per ammirare i pinnacoli di tufo bianco (“i pizzi bianchi appunto”) immersi nella vegetazione, fino ad arrivare alla sorgente dell’Olmitello e Cavascura e in spiaggia. Arrivati in spiaggia assistiamo al fenomeno delle fumarole che scaturiscono dalla sabbia. Ci inoltriamo quindi verso il borgo Sant’Angelo, se fattibile passando dalla spiaggia (erosa ogni anno dall’incessante furia del mare) altrimenti via sentiero o con taxiboat. Saliamo poi fino al belvedere di Serrara per farci folgorare dal panorama al tramonto
Giorno 4
Oggi saliamo sulla vetta del Monte Epomeo (787 mt) e della vicina Pietra dell’Acqua, con la possibilità di vari percorsi di diverse difficoltà. Scendiamo dalla vetta e raggiungiamo la piccola baia di Sorgeto, dove è presente una fonte di acqua calda naturale che viene stemperata dal mare, creando le condizioni ideali per ristoro e relax assoluto
Giorno 5
Passeggiata per la via della Ginestra. Partiamo dal paesino di Fiaiano, e arriviamo a Buonopane, dove ci rilassiamo alla Fonte di Nitrodi, rinomata fin dal tempo dei Romani per le proprietà curative delle sue acque. Visita delle cantine locali e cena tipica in baracca
Giorno 6
Ci spostiamo sulla costa nord-ovest dell’isola. Breve visita a Lacco Ameno, il cui lungomare vede l’insorgere del particolare scoglio del “Fungo” e poi Forio, per i “vicoli saraceni”, un intricato sistema viario sorto attorno alla fortezza per difendersi dalle incursioni dei temibili pirati. Non può mancare una visita ai Giardini La Mortella, 2 ettari di giardini che ospitano più di 3.000 specie di piante esotiche e rare, per un assaggio della flora del Mondo. Tramonto sul mare confidando nella fortuna di vedere il “raggio verde” attraversare il cielo
Giorno 7
Giornata di relax in uno dei tre parchi termali dell’isola, parchi immersi nel verde dell’isola che sfruttano la naturale acqua termale per alimentare piscine a varie temperature, cascate, percorsi termali e saune. In alternativa giornata in spiaggia o suggestiva esperienza subacquea nelle località marine circostanti.
Giorno 8
Imbarco per Procida, e passeggiata per l’incantevole borgo colorato dei pescatori, che fa invidia anche alla più nota Burano. Possiamo intraprendere percorsi più impegnativi sul lieve saliscendi dell’isola, dove non mancherà una visita al Castello, poi divenuta prigione e alla “spiaggia del Postino” divenuta famosa grazie al film di Troisi.
Giorno 9
Procida. Se consentito, raggiungeremo a piedi l’isoletta di Vivara, collegata a Procida da un ponte di 100mt e fulcro della riserva naturale e oasi protetta. L’imbarco per Napoli sancisce la fine del nostro viaggio. Ci ritiriamo con gli occhi ancora pieni di bellezza, certi di un prossimo ritorno, ancora più fieri del valore spesso nascosto della nostra bella Italia!
 Foto di Eleonora Prezioso
Foto di Eleonora Prezioso
 Foto di Eleonora Prezioso
Foto di Eleonora Prezioso
NB: La sezione "Itinerario e Redazionale" costituisce un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori. Costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi proposti da Viaggi nel Mondo.
Materiale di viaggio
Approfondimenti e social
Libreria dell'Angolo dell'Avventura LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Entra nella nostra libreria specializzata in viaggi e cultura del viaggio.
Altri viaggi simili