Wild Africa Motoraid


L'avventurosa missione umanitaria in Etiopia del Marco Polo Team


L'avventurosa missione umanitaria in Etiopia del Marco Polo Team
composto da Michele Orlando, Carlo Mascarin, Marco Denicolò e Paolo Zancan.

Si è concluso il 28 Settembre con successo il Wild Africa Motoraid, l'avventurosa missione umanitaria in Etiopia del Marco Polo Team, composto da Michele Orlando,  Carlo Mascarin, Marco Denicolò e Paolo Zancan.
I quattro piloti, a bordo delle nuove BMW F800GS  fornite ed allestite da BMW Motorrad Italia,  hanno percorso in questo Stato del Corno d'Africa oltre 5000 km., di cui almeno 4000 in fuoristrada, raggiungendo luoghi misteriosi e mitici, come le Cascate del Nilo Azzurro, il Lago Tana, dove si dice sia transitata l'Arca dell'Alleanza, Gondar,  Lalibela, sino a raggiungere i remoti territori della Rift Valley a sud, ai confini con il Kenia, abitati da etnìe che vivono ancora in condizioni primitive.
Le piste etiopi ed il clima hanno messo a dura prova piloti e mezzi, che hanno dovuto affrontare temperature oscillanti dai 3 gradi del Sanetti Plateau, un passo sito a quasi  4500 metri, sino ai 40 gradi circa dell'Omo Valley, uno degli ultimi territori esplorati dell'Africa grazie alla spedizione italiana di Vittorio Bottego.
I percorsi si sono rivelati spesso ostici, a volte martoriati dagli ultimi rovesci della stagione delle piogge e quindi fangosi, a volte costituiti da impegnativi sterrati, da sabbia o sassi; numerosi anche i guadi attraversati non senza difficoltà.
Il team è stato però ripagato dalla visione di animali, paesaggi, popoli, luoghi e situazioni straordinari e soprattutto dall'essere riuscito a portare all'Ospedale etiope di Wolisso, sostenuto dal Cuamm-Medici con l'Africa,  un concreto aiuto, consentendo alla struttura di sostenere per un anno tutte le spese mediche ed ospedaliere di un posto letto.
Le straordinarie riprese del raid diventeranno anche un film in 12 puntate che andrà in onda a fine anno sul canale Mototv su piattaforma Sky.