/*
Torna all'homepage

PAMIR MOTORAID
Nuova avventura motociclistica con moto a nolo nel cuore dell’Asia Centrale, tra i territori mozzafiato del mitico Pamir e gli stupendi e mutevoli scenari della Bartang Valley. Un circuito ad anello con partenza da Dushanbe, capitale del Tajikistan, in uno dei più remoti ed affascinanti scenari di alta montagna. 
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA15 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODOda Giu ad Ott
PERNOTTAMENTIAlberghetti e case private (homestay)
TRASPORTImoto a nolo
PASTIristorantini e cucina da campo
DIFFICOLTA'nuovo itinerario
VISTI E VACCINAZIONIIl visto e il GBAO permit (ingresso nel Pamir) per il Tajikistan si ottengono online: https://www.evisa.tj/index.evisa.html
Il passaporto deve avere una validità residua di almeno 6 mesi dal rientro in italia. 
Non è richiesta la patente internazionale
COORDINATORIVittorio KULCZYCKI - Tel. 0653293401
Ruggero GALLORI - Tel. 3472634166
Condividi
Se vuoi condividere questo viaggio con i tuoi amici clicca sull'icona Facebook a lato
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
    

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
TAJIKISTAN
TAJIKISTAN

MAIL Clicca sul logo qui sotto per inviare questa scheda viaggio ad un amico
RELAZIONI

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

PARTENZE IN GRUPPO PROGRAMMATE

GRUPPI PREORGANIZZATI POSSONO CHIEDERE LA PUBBLICAZIONE DI DATE DIVERSE A: moto4x4@viaggiavventurenelmondo.it
Codice
Partenza
Ritorno
Prenotati
Offerte/Note
 
8747
25-07-2020
08-08-2020
2
 
8748
08-08-2020
22-08-2020
0
 
Clicca sul mese per vedere le partenze programmate
LUG 2020
AGO 2020

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE E LE CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE
NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
da ROMA e MILANO (motociclisti) EUR
3.230
da ROMA e MILANO (partecipanti al seguito)  EUR
1.940
Supplemento alta stagione EUR
220
quote basate su 8 partecipanti
LA QUOTA COMPRENDE il trasporto aereo, la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizione delle due polizze), il noleggio di una moto per 12 giorni, un veicolo 4x4 di assistenza con autista e meccanico e per il trasporto dei bagagli e dei partecipanti al seguito, tutti i pernottamenti, tutti i pasti durante il giro in moto, il transfer da e per l'aereoporto.
LA QUOTA NON COMPRENDE Il costo del GBAO permit (ingresso nel Pamir) ed i permessi per i parchi, gli eventuali supplementi per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE.

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO EUR
300
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO
Una nuova straordinaria avventura motociclistica che ci porterà ad esplorare, in sella a moto noleggiate localmente, i territori mozzafiato del mitico Pamir, il ‘tetto del mondo’.  Dodici giorni in moto fra le vette e l’altopiano, attraverso alcune delle più sperdute ed isolate valli interne del Tajikistan. Ci addentreremo fra gli sterrati e le impervie strade che scorrono lungo la valle del fiume Bartang. Godremo in continuazione di scenari magici, alloggeremo nelle case degli ospitali e accoglienti villaggi, piccole oasi verdi con campi ben curati. Nell’alto Bartang, la strada scorre lungo un paesaggio lunare di forti contrasti tra la terra ocra/marrone e il pietrame di color grigio intenso, con sullo sfondo gli incredibili scenari di ghiacciai perenni e maestosi settemila.
Giorno 1: Un volo dall’Italia ci porterà a Dushanbe, capitale del Tajikistan e punto di partenza del nostro motoraid.
Giorno 2: Incontriamo finalmente le nostre moto, oltre agli autisti e le macchine di supporto che ci seguiranno durante il viaggio. Partiamo subito per Kala i Hussein, a 200km circa dalla capitale. Ci fermeremo a pranzo in un bel lago nel quale sarà anche possibile fare un bagno, prima di proseguire verso aree più montane, abbandonando quindi l’asfalto per svariati giorni.
Giorno 3: Una breve ma emozionante tappa di 70km ci porterà all’interno della regione autonoma di Gorno-Badachsan e fino ai 3852m di altitudine del passo Khaburabot. Arriviamo infine a Kalaikhum, vicino al confine afgano e dove scorre il possente fiume Panj. 
Giorno 4: Da Kalaikhum ci addentriamo sempre più nello scenario mozzafiato del Pamir. Seguendo la ‘Pamir Highway’ ed il parallelo fiume Panj, raggiungiamo dopo circa 240 km la città di Khorog. La tappa attraversa una delle regioni più remote ed affascinanti dell’area: imponenti montagne e fantastici sterrati che corrono tra le profonde gole scavate dal fiume.
Giorno 5: Da Khorog continuiamo verso sud fino a Ishkashim prima di imboccare una pista che ci porta a percorrere il magico Wakhan Corridor, circondati dagli Alti Pamir da un lato e dalla catena dell’Hindu Kush pakistano dall’altro. Dopo circa 200 km, concludiamo la tappa al villaggio di Yamchun, dove avremo modo di visitare una antica fortezza di 2000 anni della Via della Seta e delle sorgenti termali estremamente rigeneranti.
Giorno 6: Siamo in un’area estremamente ricca sia a livello naturalistico che storico-culturale. Oggi infatti percorriamo solo 40km per spostarci al vicino villaggio di Langar. Durante il tragitto andremo a visitare diversi stupa buddisti, un piccolo ma ricco museo locale ed infine alcuni interessanti e piacevoli villaggi Wakhi locali. Siamo in una regione remota e di confine, circondati a 360° dagli stupendi panorami montani non solo del Tajikistan, ma anche dei vicini Pakistan e Afghanistan. La notte la trascorreremo ad una homestay, dove saremo ospiti di una famiglia locale estremamente amichevole che ci farà vivere una serata piacevole.
Giorno 7: Oggi lasciamo l’area del Wakhan Corridor e del fiume Panj. Percorriamo 150km circa verso nordest seguendo il Pamir River, attraversando la Zorkul Nature Reserve. La strada si insinua tra le catene montuose di Alichur e del Great Pamir, offrendoci scorci e scenari spettacolari durante tutto il tragitto, che ci porterà a valicare passi di montagna alti fino a 4400m. La notte la passeremo ad un hunting camp locale sui 4100m, ospiti nuovamente di un'altra famiglia sempre amichevole e che ci offre la opportunità unica di confrontarsi con una realtà locale così lontana dalla nostra. Non mancheranno altre sorgenti calde rigeneranti!
Giorno 8: Lasciamo l’hunting camp e percorriamo un burrascoso giro di 165km, attraverso lo straordinario paesaggio lunare della valle del fiume Aksu, fino alla città di Murghab. Ora stiamo veramente percorrendo la Bam-i-Dunya, il ‘tetto del mondo’. Sulla nostra destra avremo la catena del Saray Kol, e dietro di essa la Cina. Alle nostre spalle invece, l’Afghanistan ed il Pakistan. Siamo veramente in uno dei triconfini più remoti al mondo in assoluto! Incontreremo sicuramente mandrie di yak, nomadi kirghisi e le particolari marmotte dorate. Tempo e meteo permettendo, prima di Murghab ci fermeremo a visitare un interessante osservatorio sovietico abbandonato.
Giorno 9: Dopo Murghab proseguiamo prima verso nord, poi verso ovest percorrendo la celebre M41 Pamir Highway. Durante l’attraversamento di questa regione superiamo due passi di 4400m. Dopo il secondo usciamo dalla M41 e ci addentriamo nella mitica e selvaggia Bartang Valley. I panorami qui sono uno spettacolo naturale di colori e contrasti, ma l’aspetto culturale dei popoli che incontreremo è altrettanto affascinante.
Giorno 10: Dedichiamo l’intera giornata alla Bartang Valley. Faremo un bellissimo giro panoramico verso ovest, terminando la tappa in una homestay locale, come sempre ospiti di una deliziosa famiglia col quale trascorreremo una piacevole serata.
Giorno 11: Continuiamo ad esplorare la Bartang Valley, ed andremo a visitare uno dei tratti più antichi della Via della Seta, già presente sulle antiche cartine nel 200 d.C. Dopo questa deviazione, usciremo dalla valle nel punto in cui confluisce il possente fiume Panj. Qui incontreremo uno dei tratti più difficili del viaggio a livello motociclistico: uno sterrato, panoramico ma impegnativo, che si snoda tra le catene montuose di Rushan e Yazgulom. Termineremo la giornata sempre ad accogliente homestay locale.
Giorno 12: Ritroviamo la strada che corre lungo il Panj, il fiume ci ha accompagnato durante la prima meta del viaggio. Tempo permettendo, effettueremo una breve deviazione per andare a visitare una delle meno conosciute valli laterali. Termineremo la giornata in una deliziosa homestay a Kalaikhum.
Giorno 13:
Il nostro ultimo giorno di guida, in gran parte sull’asfalto della strada principale che, correndo lungo il confine afghano, arriva a Kulob. Dopo gli iniziali 70 km di sterrato, ci aspettano 300km di comodo asfalto che ci riporteranno alla capitale Dushanbe, dove ci attende una meritata ed abbondante cena.
Giorno 14: Dedicheremo l’intera giornata alla visita di Dushanbe, che ha sempre un suo fascino storico-culturale.
Giorno 15: Giorno di rientro in volo da Dushanbe all’Italia.

Giorno Itinerario  Km
1 Volo Italia - Dushanbe -
2 Dushanbe - Kala i Hussein 205
3 Kalai Hussein - Kalaikhum 85
4 Kalaikhum - Khorog 247
5 Khorog – Ishkashim - Yamchun 205
6 Yamchun - Langar 30
7 Langar - Khargush - Zorkul - Jartegumbaz (hunting camp) 150
8 Jartegumbaz - Murghab 100
9 Murghab - Jangajir/Gudara (Bartang Valley) 265
10 Gudara - Barchidiv (Bartang Valley) 57
11 Barchidiv - Rushan (Bartang Valley) 137
12 Rushan - Kalaikhum 177
13 Kalaikhum - Dushanbe 370
14 Dushanbe  -
15 Dushanbe - Italia -
L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori che costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi avventure proposti da Viaggi nel Mondo.