RAJA AMPAT DIVING E OLTRE
INDONESIA 12 giorni in uno dei più bei ed incontaminati santuari naturali al mondo. Tra isole ammantate da una fitta giungla, sabbia bianchissima, mare cristallino ed una delle più intatte barriere coralline del pianeta. Un vero paradiso di biodiversità terrestre e marina.
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA13 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODODa novembre ad aprile
VISTI E VACCINAZIONI Il visto si prende in arrivo (gratuito), il passaporto deve avere una validità residua di almeno 6 mesi dalla data di uscita dall' Indonesia.
Recentemente si sono registrati casi di turisti italiani a cui è stato rifiutato l’ingresso nel Paese a seguito della contestazione da parte delle Autorità indonesiane di immigrazione sull’integrità del libretto del passaporto (copertina scollata). Si raccomanda pertanto di verificare l’integrità del passaporto prima di intraprendere viaggi in Indonesia.
A fronte di casi di connazionali fermati e trattenuti in cella fino ad identificazione, perché privi di documenti di identità, si ricorda che i turisti sono tenuti a portare sempre con sé il proprio passaporto.
Raccomandata la profilassi antimalarica e l’antitifica.
INFORMAZIONII coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni.Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici.

Igor MOLESINI - Tel. 3356107680
Vai al gruppo facebook dedicato ai Viaggi in ESTREMO ORIENTE Indonesia, Giappone, Filippine, Corea: Avventure... Yes I AM
Se vuoi condividere questo viaggio con i tuoi amici clicca sull'icona Facebook a lato
MAIL Clicca per inviare questa scheda viaggio ad un amico
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
    

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
INDONESIA
INDONESIA

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO DA PARTE NOSTRA L'ANTICIPO VERSATO VIENE IMMEDIATAMENTE RIMBORSATO

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
da ROMA e MILANO EUR
2.600
LA QUOTA COMPRENDE il trasporto aereo nella classe e con voli previsti da Roma e Milano (supplemento qualora siano necessarie tratte nazionali in coincidenza con il volo internazionale), il quaderno di viaggio Indonesia, la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze).
-9 notti in home stay
-20 immersioni comprese le longdistance
-trasporto da Sorong a Waisai a Kri e da Kri a Sorong
-ingresso la parco marino
L'assicurazione DAN da sottoscrivere è obbligatoria e non compresa nella quota.
LA QUOTA NON COMPRENDE gli eventuali supplementi per carburante e controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE.

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO EUR
150
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO

Un paradiso terrestre e marino incontaminato dall’altro lato del globo, a cavallo dell’equatore. L’arcipelago di Raja Ampat, situato nella punta nord-occidentale della Papua Nuova Guinea Indonesiana nel cuore del Triangolo dei Coralli, è costituito da più di 1600 isole quasi tutte disabitate, del tutto sconosciuto al turismo di massa. A Raja Ampat non ci sono strade, né città, né porti. Si vedono solo centinaia di chilometri di terra vergine.
Il nome Raja Ampat, che in indonesiano significa “I quattro re”, viene da una leggenda locale.  Una donna stava camminando nella foresta alla ricerca di cibo quando trovò sei uova di drago. Le raccolse e le conservò per diversi mesi in una stanza.  Una notte, la donna udì suoni e sussurri e vide che dalle uova schiuse erano nati quattro maschi ed una femmina vestiti con abiti reali. I quattro maschi diventarono i Re delle quattro isole principali mentre la femmina fu messa dentro una conchiglia e fatta galleggiare fino all’isola di Numfor. Il sesto uovo non si schiuse e diventò pietra, così fu lasciato nella stanza dove veniva custodito con altre due pietre che fungevano da guardiani. I nativi hanno un grande rispetto per questa leggenda e hanno costruito una casa sulle rive del fiume Waikeo che simboleggia la dimora della donna che custodiva le uova.
I nativi di Raja Ampat sono divisi in almeno 12 tribù diverse, molte delle quali hanno avuto il contatto con il mondo esterno solo recentemente. Alcuni di loro hanno praticato cannibalismo ed erano cacciatori di teste fino agli anni 70. Al giorno d’oggi, la loro fonte primaria di sostentamento è la pesca, l’ essicazione del pesce, la raccolta di alghe e i servizi di trasporto da un’isola all’altra. Il loro modo di vivere dipende molto dalle risorse naturali e per questa ragione sono nomadi. Da pochissimo è nata un’associazione locale che promuove il turismo sostenibile, aiutando i proprietari locali delle guesthouse, che conoscono solo il bahasa, a comunicare in inglese con i primi turisti e incentivando gli ospiti a spostarsi in kayak da un’isola all’altra.
Le quattro isole principali dell’arcipelago sono Waigeo, Misool, Salawati e Batanta e, insieme, formano un enorme parco marino, Cenderawasih Bay, di oltre 40mila chilometri quadrati. Lo scenario è spettacolare sia sopra sia sotto il mare. C’è chi lo paragona a un filo di perle legate tra loro. Isole ammantate dalla giungla, clima tropicale, sabbia bianchissima, mare cristallino, fondali intatti, barriera corallina tra le più belle del mondo, lagune nascoste, grotte inquietanti. L’abbondanza di fauna non risiede solo sott’acqua, ma anche sulla terraferma. Le foreste sono un paradiso per più di 170 specie di uccelli e 27 specie di mammiferi. Ma è soprattutto per la loro barriera corallina che le isole sono conosciute dagli appassionati di diving, che le considerano l’ultimo paradiso sommerso del pianeta. Banchi di barracuda, carangidi, pesci pipistrello e lutiani convivono con tartarughe liuto (nidificano da ottobre a dicembre), pesci fucilieri, razze, squali epaulette (walking shark), che usano le pinne per “camminare” sul fondale, squali tappeto (wobbegong), pesci pappagallo, cernie, cavallucci marini pigmei e mante, assieme a tanti altri pesci.
Nel 2012 a Cape Kri sono state contate ben 374 specie diverse di pesci nel corso di una sola immersione, un record mondiale. Dagli ambientalisti Raja Ampat è stata definita “fabbrica di specie”, la capitale mondiale della biodiversità. Ospita 1459 specie di pesci e oltre 550 di coralli duri, più del 75% del totale del mondo. Ecco perché molti lo definiscono il triangolo del corallo. Da qui le correnti trasportano le larve dei coralli fino all’Oceano Indiano e al Pacifico, permettendo di ripopolare altre barriere.
Con temperature medie del mare da 22° a 30°, è l’ideale per chi vuole rilassarsi, ma anche vivere un vero viaggio avventura, godendosi straordinarie immersioni, e per i meno esperti snorkeling unici, nuotando con gli innocui squali balena ed una miriade di pesci tropicali.
L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori che costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi avventure proposti da Viaggi nel Mondo.