TUTTO MUSTANG
a piedi sui sentieri millenari dell'antico regno di Lo.
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA21 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODOtutto l’anno
PERNOTTAMENTItenda e alberghetti
TRASPORTIaereo e a piedi
PASTIal sacco e cucina da campo
DIFFICOLTA'Si superano due passi in alta quota oltre 5200 m.
Occorre adeguata preparazione.
VISTI E VACCINAZIONIIl visto si prende in arrivo e si paga con la cassa comune, costo visto in arrivo 25$ per soggiorni di 15 gg, 40$ per soggiorni di 30 gg.
Scaricare il form di richiesta da presentare all’arrivo da http://www.nepalimmigration.gov.np/?page_id=119
Il visto può essere richiesto anche al Consolato del Nepal di Roma presso Viaggi Nel Mondo Srl, Largo Carlo Grigioni 7, 00152 Roma. Inviare con  Corriere Espresso insieme alla scheda di prenotazione il passaporto con la validità residua di almeno 6 mesi dalla data di partenza, 1 foto tessera a colori ed il modulo compilato e firmato SCARICABILE QUI. Il costo del visto di 15 giorni è di 25 euro, il costo del visto di 30 giorni è di 40 euro, il costo verrà addebitato sul foglio notizie. Per coloro che decidono di prendere il visto in arrivo suggeriamo la procedura della richiesta preventiva online per mezzo del sito http://online.nepalimmigration.gov.np che facilita e velocizza l'entrata nel Paese.
Passaporto valido per almeno 6 mesi.
Raccomandata profilassi antimalarica (clorochino-resistente) e l’antitifica, se si visita il Terai.
Il trek permit si prende in arrivo.
INFORMAZIONII coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni.Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici.

Per informazioni
Gianluca MANZAN - Tel. 3409615607
Massimo CASTELLUCCI - Tel. 0543-89288
Renato UDESCHINI - Tel. 3405548760
Patrizia BROGGI - Tel. 031805037

TROVA SU FACEBOOK GLI SPLENDIDI SCONOSCIUTI
CHE POTRESTI INCONTRARE IN VIAGGIO
Vuoi conoscere i tuoi compagni di viaggio o chi ha interesse
ad una eventuale partecipazione, condividere dettagli ed informazioni,
vuoi seguire notizie e approfondimenti, dialogare con i coordinatori
sui viaggi nel SUBCONTINENTE INDIANO
Chiedi l'amicizia a questo gruppo aperto INDIA ED OLTRE: Avventure …Yes I AM
https://www.facebook.com/groups/302728283193056/
Se vuoi condividere questo viaggio con i tuoi amici clicca sull'icona Facebook a lato
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
  

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
NEPAL
NEPAL

CARTE GEOGRAFICHE Clicca sul globo per visualizzare una mappa della zona
     clicca per visualizzare una mappa della zona     clicca per visualizzare una mappa della zona     clicca per visualizzare una mappa della zona     clicca per visualizzare una mappa della zona

LIBRERIA ANGOLO DELL'AVVENTURA Consulta la nostra libreria e scegli il tuo libro per viaggiare
    

MAIL Clicca sul logo qui sotto per inviare questa scheda viaggio ad un amico

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO DA PARTE NOSTRA L'ANTICIPO VERSATO VIENE IMMEDIATAMENTE RIMBORSATO

PARTENZE IN GRUPPO PROGRAMMATE
Codice
Partenza
Ritorno
Prenotati
Offerte/Note
 
7707
03-03-2018
23-03-2018
0
 
7708
24-03-2018
13-04-2018
0
 
7709
31-03-2018
20-04-2018
0
 
7734
21-04-2018
11-05-2018
0
 
7735
12-05-2018
01-06-2018
0
 
8443
02-06-2018
22-06-2018
0
 
8447
23-06-2018
13-07-2018
0
 
8464
14-07-2018
03-08-2018
0
 
8540
04-08-2018
24-08-2018
0
 
8545
25-08-2018
14-09-2018
0
 
8550
15-09-2018
05-10-2018
0
 
Clicca sul mese per vedere le partenze programmate
MAR 2018
APR 2018
MAG 2018
GIU 2018
LUG 2018
AGO 2018
SET 2018

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
da ROMA e MILANO EUR
2.900
Supplemento Estate, Ottobre EUR
150
LA QUOTA COMPRENDE Il trasporto aereo nella classe e con i voli previsti da Roma e Milano (supplemento qualora siano necessarie tratte nazionali in coincidenza con il volo internazionale), compreso per/da Jomsom, la guida Nepal del Centro Studi, la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), i portatori per bagaglio individuale e comune e trasporto dei viveri, il trekking permit per il Mustang, una guida, i pasti cucinati da un cuoco durante i giorni di trekking. Qualora la presenza dell’ufficiale di collegamento venisse annullata la quotà verrà ridotta.
LA QUOTA NON COMPRENDE gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO EUR
180
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO
A settentrione del canyon più profondo del mondo fra Dhalaugiri e Annapurna, l’alta valle del Kali Gandaki racchiude il piccolo Mustang, un antico reame, isolato fino al 1972. Situato nel nord-est del Nepal fra la Grande Catena Himalayana e l’altopiano de l Tibet, nel 1789 cadde sotto l’influenza dei re del Nepal. Il Mustang è tutt’ora abitato da genti di etnia tibetana e thakali, ha una cultura molto vicina a quella tibetana per lingua e religione ed è stato un regno feudale con uno stile di vita per molti anni inalterato proprio per il suo isolamento, un minuscolo stato con un suo sovrano, per anni chiuso al turismo e ai visitatori occidentali. Per questo è un luogo sognato dai viaggiatori, perché sconosciuto e inaccessibile. Da Kathmandu in volo o con un bus ci portiamo a Pokhara, da qui effettueremo su Jomsom i voli sia di andata e ritorno (operativo soggetto alle condizioni metereologiche). Da Jomsom ci spostiamo in macchina a Tirigaon dove incontriamo lo staff ed i nostri cavallanti ed iniziamo la sgambata che in quattro giorni di marcia ci porterà a Lo Manthang attraverso villaggi spesso in posizioni spettacolari e collegati tre loro da sentieri e piste che servono come via di comunicazione. Il nostro sarà un bellissimo trekking che, evitando la nuova strada sterrata, segue le piste millenarie dei commerci fra Tibet e India. A Lo Manthang dedichiamo una intera giornata alla visita di questo splendido luogo e delle meravigliose grotte tempio riccamente affrescate e poi ripartiamo per addentrarci nel Mustang più isolato e raramente battuto, fra paesaggi di rocce dai molteplici colori e paesaggi affscinanti, a tratti aspri, che contrastano con i campi coltivati sapientemente. Terminiamo la camminata ai templi di Muktinath. Ritorno a Jomosom ed in aereo a Kathmandu ed in Italia.  
1° giorno - Italia Katmandu

2° giorno - Kathmandu

3° giorno - KTM - Pokhara Flight

4°giorno - Pokhara - Jomsom - Kagbeni Dopo il volo mattutino, all’aeroporto di Jomsom (2.720 m) incontriamo lo staff e in jeep partiamo per Kagbeni, porta dell’Alto Mustang.
5°giorno - trek Kagbeni - Tirigaon - Gyakar
Passato il Chek point prendiamo la pista per Tirigaon (2.815 m) dove troviamo i nostri cavallanti e ci avviamo sulla destra orografica risalendo il pendio per poi scendere e guadare il Ghilungpa Khola e risalire gradualmente al Muni-la (3.800 m). Raggiungiamo infine Gyakar (3.562 m).
6°giorno - trek
Gyakar - Samar - Rangchyung Cave - Ghiling. Lasciato il minuscolo insediamento , il sentiero si snoda in un passaggio fantastico tra arenarie torreggianti, Valichiamo alcuni passi minori, scendendo e risalendo le vallette che si diramano a pettine dal fondovalle. Passiamo il Dajari-la (3.735 m) per scendere a Samar (3.660 m), ricca di canali d’irrigazione, e raggiungiamo la grotta del Ranchun chorten “il chorten nato da se stesso” e poi la Chungsi Cave. Una breve sosta nella piccola Syangboche (Shiangbochen) e pernottiamo a Ghiling (Geling) (3.570 m).
7°giorno - trek Ghiling - Ghemi - Dhakmar
Lasciata Giling col suo chorten, tra paesaggi erosi e dopo aver superato un facile passo a 4.000 ed il Ghami la (3.765 m), scendiamo a Ghami (3.550 m), molto bella con campi coltivati e le tre fontane davanti il paese. La tappa prosegue affiancando il muro di mani più lungo del Nepal per giungere a Dhakmar (3.820) ed in lontananza già scorgiamo le caratteristiche formazioni rossastre che danno nome alla località.
8°giorno - trek
Dhakmar - Ghar Gumpa - Lo Manthang Ci incamminiamo fra paesaggi sempre più fiabeschi, eremi e chorten, risalendo l’incredibile valle di Dhakmar (Tramar su alcune vecchie mappe) posta sotto una falesia di roccia rossa. Raggiungiamo l’area di Lo Gekar ('la pura virtù di Lo'), con il tempio di Ghar Gompa (3.950 m) che risale alla prima diffusione del buddhismo in Tibet. Ed infine, la pista assolata si affaccia sulla piana dove si adagia Lo Manthang (3.810 m) circondata da mura, unico esempio di città tibetana murata rimasta intatta.
9°giorno - trek Lo Manthang Visitiamo la cittadina e gli antichi templi studiati da Tucci e da Pessiel e restaurati sotto la guida dell’italiano Luigi Fieni. Ci immergiamo nella atmosfera medioevale di Lo e dei suoi tre monasteri (Jhampa Lhakhang, Choede e Thupchen) per poi salire verso il monastero di Namgyal per fotografarla dall’alto al tramonto.
10°giorno - trek a cavallo villaggi a nord: Partiamo a cavallo da Lo Manthang per vedere i villaggi vicini: Chhosher, il più pittoresco con le sue case e il Garphu Gompa addossato alla montagna per sfruttare le grotte, la Jhong Cave a cinque piani, ottimo esempio di abitazione preistorica. Si continua poi verso Kimaling ed infine il monastero di Namgyal, in bella posizione e dotato di una grande scuola con 45 bambini.
11°giorno - trek Lo Manthang - Tsarang
Lasciamo la città murata per iniziare il nostro ritorno raggiungendo Tsarang (3.560 m) con l'antica fortezza, affascinante con il suo cerchio di mura difensive ed il suo Gompa il cui abate è il fratello del vecchio re. Pernottamento a Tsarang (Chharang).
12°giorno - trek Tsarang - Dhi - Yara
Scendiamo sul fondo del canyon all’insediamento di Dhi (3.400 m.), iniziano le caratteristiche canne d’organo e cave bianche, giungiamo e facciamo campo al villaggio di Yara (3.650 m).
13°giorno - trek Yara - Ghara Gaon - Yara Saliamo a Ghara Gaon per arrivare agli eremi di Tashi Kabum e di Luri (4.005 m) abbarricati su una rupe. Entrambi nascondono grotte con pregevoli affreschi del 14° secolo che si riveleranno ai nostri occhi incantati.
14°giorno - trek
Yara - Tangye In un continuo saliscendi con panorami immensi a 360 gradi sull’Annapurna e Dhaulagiri, affrontiamo forse la tappa più impegnativa del viaggio, dovremmo essere ben acclimatati dopo oltre una settimana di movimento. Pernottamento a Tangye (3.340 m), definito dagli sherpa nepalesi il più bel villaggio del Mustang, e visita del gompa locale.
15°giorno - trek
Tangye - Chhusang In circa cinque ore ci portiamo a Pha (4.089 m), l’insediamento più alto, situato su una stretta balconata e proseguiamo lungo la dorsale del Siyarko Tangk Danda, avvincenti panorami, poi si scende in una incassata valle sino a Tetang (2.940 m.) altro luogo fiabesco con i suoi 108 chorten, l’area è anche conosciuta per le sue miniere di sale.
16°giorno - trek
Tetang - Muktinath Saliti al valico Gyu-la (4.077 m), lasciamo alle nostre spalle il Mustang ed entriamo nell’area dell’Annapurna per giungere a Muktinath (3.750 m), luogo sacro a buddhisti e hinduisti, con i suoi gompa e templi.
17° giorno
- Muktinath- Jomsom Giorno di riposo e poi jeep per Jomsom (chi desidera può fare un’ultima camminata in discesa di 4 ore). Concluso questo spettacolare circuito, il giorno successivo volo su Pokhara, poi su Kathmandu e rientro in Italia.
18° Jomsom - Pokara - Kathmandu volo
19°
Kathmandu
20° Kathmandu
21° Kathmandu -Italia

Variante di Agosto Yara-Damodar-Yara
in concomitanza della luna piena di Agosto i fedeli induisti si riuniscono al lago Damodar per il festival di Janai Purnima. E' una celebrazione importante per i fedeli hindu che vengono a purificarsi nelle acque gelide del lago per togliersi i peccati e per ricevere la benedizione dei sadhu. Secondo gli induisti qui al Damodar nasce la Kali Gandakhi dove nei pascoli alti ancora oggi ci sono le mucche di Shiva. Quando scendono ad abbeverarsi al lago, questo diventa latte. L'ambiente è spettacolare. La deviazione richiede 4 giorni di cammino impegnativo e non modifica la durata totale del viaggio. I giorni supplementari si recuperano nella prima parte del viaggio e dai giorni di permanenza a Kathmandu.
L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di viaggio scritto e aggiornato dai partecipanti e dai coordinatori su una esperienza di vita vissuta che contiene descrizioni di località, itinerari, ambientazioni culturali, storiche, letterarie ed ha con i viaggi pubblicati un rapporto di semplice informazione geografica e culturale e di suggerimento sull'itinerario da seguire che in ogni caso rimane soggetto alle decisioni del gruppo nello spirito dell'autogestione del viaggio. In considerazione di ciò, non è parte integrante del contratto di viaggio