RUPINA LA E TSUM TREK
La spettacolarità dell'ambiente himalayano del Bhauda Himal e la una ricchezza antropologica della Valle della Felicità.
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA22 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODOAPR MAG e SET OTT
PERNOTTAMENTI
tenda e alberghetti
TRASPORTI
bus noleggiati e a piedi
PASTI
al sacco e alberghetti
DIFFICOLTA'
passo alpinistico a 4700 m
VISTI E VACCINAZIONIIl visto si prende in arrivo e si paga con la cassa comune, costo visto in arrivo 30$ per soggiorni di 15 gg, 50$ per soggiorni di 30 gg.
Scaricare il form di richiesta da presentare all’arrivo da http://www.nepalimmigration.gov.np/?page_id=119
Il visto può essere richiesto anche al Consolato del Nepal di Roma presso Viaggi Nel Mondo Srl, Largo Carlo Grigioni 7, 00152 Roma. Inviare con  Corriere Espresso insieme alla scheda di prenotazione il passaporto con la validità residua di almeno 6 mesi dalla data di partenza, 1 foto tessera a colori ed il modulo compilato e firmato SCARICABILE QUI. Il costo del visto di 15 giorni è di 30 euro, il costo del visto di 30 giorni è di 50 euro, il costo verrà addebitato sul foglio notizie. Per coloro che decidono di prendere il visto in arrivo suggeriamo la procedura della richiesta preventiva online per mezzo del sito http://online.nepalimmigration.gov.np che facilita e velocizza l'entrata nel Paese.
Passaporto valido per almeno 6 mesi.
Raccomandata profilassi antimalarica (clorochino-resistente) e l’antitifica, se si visita il Terai.
Il trek permit si prende in arrivo.
INFORMAZIONII coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni.Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici.

Marco VASTA - Tel. 3477001081
Vai al gruppo facebook dedicato ai Viaggi in INDIA ED OLTRE: Avventure... Yes I AM
Se vuoi condividere questo viaggio con i tuoi amici clicca sull'icona Facebook a lato
MAIL Clicca per inviare questa scheda viaggio ad un amico
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
      

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
NEPAL
NEPAL

CARTE GEOGRAFICHE Clicca sul globo per visualizzare una mappa della zona
     clicca per visualizzare una mappa della zona     clicca per visualizzare una mappa della zona

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO DA PARTE NOSTRA L'ANTICIPO VERSATO VIENE IMMEDIATAMENTE RIMBORSATO

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
da ROMA e MILANO EUR
1.955
LA QUOTA COMPRENDE il trasporto aereo, la guida Nepal del Centro Studi, la polizza infortuni e l'assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), trasporto in auto per Arughat e ritorno, 1 sherpa (2° in cassa comune) e portatori per 16 giorni di trek, trek permit e Manaslu conservation fee.
LA QUOTA NON COMPRENDE gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE.

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO EUR
550
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO




Il trekking in questa regione del Nepal conduce alle zone alte e remote a sud est del Manaslu ed è una occasione d'oro per raccogliere l'esperienza reale del trekking fuori dai percorsi usuali. Passeremo dalle  le terre alte dell'Himalaya a valli da poco aperte al turismo e poco frequentate. Il percorso si snoda attraverso la zona sub tropicale, sub alpina e la foresta alpina, i ghiacciai del Buddha Himal per dirigersi poi, valicato il Rupina-la, nella Tsum Valley. Una camminata che offre l’aria cristallina del paesaggio himalayano, valli lussureggianti, splendidi paesaggi, animali selvatici, uccelli ed infine la cultura tibetana. Secondo le credenze del Buddhismo tibetano, Beyul sono valli nascoste che Padmasambhava, il mitico missionario taumaturgo, aveva benedetto come rifugi. Terton possono rivelarli da terma in momenti specifici e appropriati;laa Tsum Valley è il Beyul Kyimolung, la valle della felicità. Tsum deriva dalla parola tibetana Tsombo che esprime il concetto di vivida e intensa felicità nella forte fede e pratica del Buddhismo. La tradizione racconta che gli Tsum-ba, la popolazione locale, discendano dall'etnia nomade tibetana dei Tam-ba, ancora oggi parlano un loro dialetto e praticano la poliandria. La Tsum Valley si trova nella parte più a nord della regione di Gorkha e confina col Tibet e a ovest con l'area del Manaslu e a sud-est è protetta dalla barriera del Ganesh Himal. A causa della sua lontananza e l'inaccessibilità, questa valle sacra ed i suoi abitanti sono stati per secoli lontano da qualsiasi sviluppo. Il risultato è una cultura unica rimasta intatta. Un vero e proprio angolo dimenticato del mondo!. Incontreremo monasteri e gompa. Dall'Italia in aereo arriviamo a Kathmandu, dove riceviamo i  permessi di trekking. In bus od in jeep in 6 ore siamo a Gorkha (820 m.) antica capitale del regno omonimo, dopo aver visitato il Dubar (il palazzo del re) raggiungiamo Barpak (1.915 m.) villaggio gurung, dove la locale comunità è ben lieta di organizzare alla sera uno spettacolo, il villaggio è sto duramente colpito dal terremoto del 2015 e la nostra presenza sarà un testimonianza di affetto per l’Himalaya del Nepal. Ci alziamo prima per cresta e poi per fondovalle attravrso i pascoli di Samrung kharka verso il Rupina la (4720m) lasciando sulla sinistra la grande parete est del Baudha Himal (6674 m). Dal Base Camp. (3.600m). proseguiamo  sulla destra della morena seguendo il Chhilung Khhola che a Nyak dove un ponte valica il Buddhi Gandaky ed entriamo finalmente nella Tsum Valley a Lopka (2.240 m.). Nei giorni seguenti ci addentriamo nella ampia valle di Chumling (2.400 m.) dove  la terra alluvionale è molto fertile e troviamo tre monasteri: Panago gompa, Mani Dhungyur e Gurwa gompa, con ampi scenari sul Ganesh Himal IV (7.052 m.). Il sentiero lungo il torrente Shiar (fiume dell'est) ci porta a Chhokangparo (3.010 m.), il maggior villaggio della Tsum Valley con suoi tre gompa: Galdang gompa, Paro Lhakang e Nuru Lhakang. Le donne locali indossano il caratteristico chuuya una specie di abito colorato fatto con lana di yaki. Attraverso i minuscoli villaggi di Leru e Ngakyu con muri mani e chorten unici nel loro genere e fra campi terrazzati, giungiamo a Burji dove troviamo Piren Phu, la grotta dove si crede che Milarepa, il famoso santo tibetano, abbia meditato e poco oltre  Chi Pu Gompa incastonato nella roccia  con pitture di ampio significato. La valle della felicità ci mostrerà i villaggi di Shiar, Phurbe (3.251 m.), il grande stupa di Chuule (3.347 m) sovrastato dal Ghiacciaio Poshyop, e dopo Gonhgye gompa, lentamente saliamo a di Mu gompa (3.700 m), il più grande convento della Tsum Valley, in uno scenario spettacolare. Nei pascoli attorno troviamo mandrie di yak, nelle vicinanze sorgono il Rikang gompa e il Deron gompa oppure possiamo salire ancora più in alto  al Dhephyudonma gompa (4.060 m) o al lago Chhosyang. Quindi iniziamo a scendere nuovamente lungo il fiume Shiar ma percorriamo la riva opposta passando da Nile (3.361 m) poi Larcon i suoi tre mulini ad acqua per sostare al Monastro femminile di Ranchen (3.240 m) fondato oltre un secolo fa, dove vivono e studiano circa cento monache. Ripassiamo da Chhokangparo (3.010 m.) per addentrarci nel sentiero per Lungdang (3.200 m) altro luogo magico sotto il Ghiacciaio Torogompa, dove ammiriamo la parete NO del Pabil (Ganesh IV). Nel villaggio c'è un altro convento di monache fondato trentatre anni prima di Mu gompa. Se vogliamo, possiamo visitare Dumje (2.440 m) con il Dampha gompa per giungere a Ripchet (2.469 m) per arrivare a. Lopka (2.240 m) che è l'ingresso e l'uscita della Tsum Valley, in giornata si arriva a Dobhan (1.070 m). Le ultime due tappe saranno Dobhan - Sothi Khola (720 m) in circa 7 ore e l'ultimo giorno in 3 ore di marcia siamo ad Arughat (535 m.) qui inizia la strada e un bus sempre in giornata ci riporta a Kathmandu. Un giorno di visita e rientro in Italia.
L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori che costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi avventure proposti da Viaggi nel Mondo.