LA VIA FRANCIGENA
dal Passo Gran San Bernardo a Piacenza. Il Nord dell'Italia a piedi, dalle Alpi alla Pianura Padana sul sentiero di Sigerico, passando per Valle d'Aosta, Piemonte, lombardia ed Emilia
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA18 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODOda Mag a Set
PERNOTTAMENTIalberghetti, ostelli, comunità, albergue
TRASPORTItreno e bus per raggiungere la località di partenza
PASTIRistorantini, trattorie, uso cucina ove disponibile
DIFFICOLTA'Medio facile. Comprende itinerari che si svolgono su strade, mulattiere, sentieri con percorsi ben evidenti, grazie ad un ottima segnaletica.
EQUIPAGGIAMENTOZaino max 50 litri, scarponcini da trekking, sacco a pelo leggero, borraccia, mantellina, sandali, pantaloni lunghi e corti, torcia a pile, cappellino, magliette, felpa o pile, giacca esterna. L’equipaggiamento non deve superare i 10 kg.
INFORMAZIONII coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni.Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici.

Paolo CARPI - Tel. 335-8251524
MAIL Clicca per inviare questa scheda viaggio ad un amico
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
        

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
ITALIA
ITALIA
PER TUTTE LE GUIDE E I LIBRI DI VIAGGIO SULL'ITALIA CON SCONTO 15% clicca qui e sono disponibili presso la nostra LIBRERIA DELL'ANGOLO - Roma - lungotevere Testaccio 10 Tel 0657289275 per ordini telefonici o e-mail: libreria@angolodellavventura.com

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO DA PARTE NOSTRA L'ANTICIPO VERSATO VIENE IMMEDIATAMENTE RIMBORSATO

PARTENZE IN GRUPPO PROGRAMMATE
Codice
Partenza
Ritorno
Prenotati
Offerte/Note
 
6430
05-12-2020
22-12-2020
0
 
6463
26-12-2020
12-01-2021
0
 
6465
02-01-2021
19-01-2021
0
 
Clicca sul mese per vedere le partenze programmate
DIC 2020
GEN 2021
* DATE E DURATE DIVERSE POSSONO ESSERE RICHIESTE A: redazionedue@viaggiavventurenelmondo.it

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
Partenza e appuntamento ad Aosta  il giorno precedente il cammino - provvisoria EUR
185
LA QUOTA COMPRENDE
la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance.
LA QUOTA NON COMPRENDE i trasporti locali, i pasti e i pernottamenti (che saranno effettuati in tende, alloggi di fortuna, case private, agriturismo decisi collettivamente dai partecipanti), a carico della cassa comune.
L’ANTICIPO PER LA PRENOTAZIONE E’ RIDOTTO A 100 EURO

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO EUR
500
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO


Il nome "Francigena" sta proprio a indicare la via o le vie che "dalla Terra dei Franchi" consentivano ai pellegrini d'oltralpe di giungere a Roma. L'ingresso in Italia presso i valichi alpini portava i pellegrini lungo le strade consolari e sull'Appia in particolare, per giungere a Roma in preghiera, ma in seguito alla diffusione del "diario di Sigerico" cominciarono a ripercorrerne le tappe. L'abate Sigerico, infatti, nominato vescovo di Canterbury nel 990 da Papa Giovanni XV, nel suo diario racconta delle 80 località da lui attraversate da Canterbury fino a Roma, per ricevere l'investitura, con tale dettaglio e precisione che divenne un riferimento per molti pellegrini che, all'epoca in cui la stampa non era ancora stata inventata si passavano la conoscenza del percorso col passaparola. La Via Francigena divenne così un percorso privilegiato e successivamente un canale di comunicazione determinante per la realizzazione dell’unità culturale dell’Europa medievale e si trasformò progressivamente in un percorso commerciale per le spezie, le sete e altre mercanzie provenienti dall'Oriente verso i mercati nord europei passando per l'Italia. Il tratto nord italiano percorre le regioni della Valle d’Aosta, il Piemonte, la Lombardia fino ad arrivare, dopo l’attraversamento del Po a Piacenza. L’appuntamento sarà ad Aosta ed il giorno successivo con un bus andremo al valico del Gran San Bernardo e dopo l'immancabile visita al museo dell'Ospizio e all'attiguo canile in cui vengono allevati i campioni della razza San Bernardo, ci incamminiamo verso il confine. Da qui ci aspetta una mulattiera panoramica che scende gradualmente verso valle. Attraversiamo gli incantevoli borghi di Saint-Rhémy, Saint-Léonard, Saint-Oyen, Etroublesper arrivare a Echevennoz. Continueremo lungo suggestivi tratti di sentiero che costeggiano i ""rus"", antichi capolavori di ingegneria idraulica:piccoli canali artificiali che convogliano l'acqua dai torrenti verso i campi coltivati fino ad arrivare ad Aosta, dove scopriremo i monumenti romani. La prossima tappa si snoda a lato del fiume Dora ed attraversa le zone coltivate a vigna. Si continua per Chatillon. Nel tratto successivo visita al castello di Saint Germain e imboccando la strada delle Gallie arriviamo a Verres con il suo castello. Prima di arrivare a Pont San Martin visitiamo la splendida Parrocchiale di San Martino ad Arnad; l'attraversamento dei due antichi ponti di Echallod e di Bard, delizioso villaggio dominato dal forte sede del Museo delle Alpi; e soprattutto l'ingresso a Donnas, lungo la Strada romana delle Gallie, prima di concludere la tappa di fronte al ponte romano di Pont Saint Martin. Abbandoniamo la Valle d’Aosta passando tra splendide vigne per arrivare in Piemonte ad Ivrea con il suo antico centro storico. La tappa successiva è Viverone sull’omonimo lago. Proseguiamo per la visita del Castello di Roppolo ed arriviamo a Santhia. Il percorso per arrivare a Vercelli si snoda all’interno delle risaie. In città potremo assaggiare la famosa “panissa” piatto a base di riso. Si continua il cammino in pianura passando da Robbio. Siamo in Lombardia. Si continua Mortara (visita dell’antica Abbazia di S.Albino) poi Garlasco. Il tratto successivo si svolge per buona parte all’interno del Parco del Ticino fino ad arrivare a Pavia. Si prosegue per Santa Cristina e dopo Miradolo Terme s'incontra l'imponente mole del Castello di Chignolo Po. Arriviamo al bel ostello di Orio Litta e ormai siamo vicini al fiume Po. Lasciata Orio Litta si giunge in breve al Guado di Sigerico, il ""Transitum Padi"", dove si traghetta sull'altra sponda in località Soprarivo. Dopo un breve tratto sull'argine del Po, una serie di rettilinei su strade provinciali ci porta a Ponte Trebbia e l’ingresso nella città di Piacenza con un bel centro storico e tante osterie per finire in bellezza questo splendido cammino. 

http://www.viaggiavventurenelmondo.it/immagini/francigena1a.jpg  http://www.viaggiavventurenelmondo.it/immagini/francigena1a.jpg

Arrivo in giornata ad Aosta con mezzi pubblici
Tappa 1 - Dal Gran San Bernardo a Echevennoz 14,9 km
Tappa 2 - Da Echevennoz a Aosta - 13,6 km
Tappa 3 - Da Aosta a Châtillon - 27,7 km
Tappa 4 - Da Châtillon a Verrès - 19,0 km
Tappa 5- Da Verrès a Pont St. Martin - 14,8 km
Tappa 6 - Da Pont St. Martin a Ivrea - 21,5 km
Tappa 7 - Da Ivrea a Viverone - 20,1 km
Tappa 8 - Da Viverone a Santhià - 16,7 km
Tappa 9 - Da Santhià a Vercelli - 26,8 km
Tappa 10 - Da Vercelli a Robbio - 18,6 km
Tappa 11 - Da Robbio a Mortara - 14,3 km
Tappa 12 - Da Mortara a Garlasco - 20,7 km
Tappa 13 - Da Garlasco a Pavia - 24,6 km
Tappa 14 - Da Pavia a Santa Cristina - 28,0 km
Tappa 15 - Da Santa Cristina a Orio Litta - 16,1 km
Tappa 16 - Da Orio Litta a Piacenza - 22,1 km
Rientro da Piacenza con mezzi pubblici

http://www.viaggiavventurenelmondo.it/immagini/francigena1a.jpg


L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori che costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi avventure proposti da Viaggi nel Mondo.