TRANSPATAGONIA
Grande traversata della Terra del Fuoco, da Puerto Madryn e la penisola di Valdez fino a Punta Arenas, dal lago O’Higgins che segna la fine della famosa Carretera Austral ai i picchi del Fitz Roy e del Paine, i fiordi, i laghi ed i ghiacciai della Patagonia.
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA18 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODOda Ago ad Apr
PERNOTTAMENTI
alberghetti, necessario sacco a pelo per dormire nei rifugi
TRASPORTI
mezzi locali o noleggiati
.Per motivi di sicurezza, sconsigliamo categoricamente i trasferimenti con bus notturni.
PASTIristorantini
DIFFICOLTA'
itinerario intenso, diversi trekking
VISTI E VACCINAZIONI
Non occorre visto per l'Argentina e Cile. Passaporto valido 6 mesi
INFORMAZIONII coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni.Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici.

Per info:
Fausto TURATTO – Tel. 3479224181
Luca PITTON – Tel. 3483143444
Vai al gruppo facebook dedicato ai Viaggi in SUD AMERICA: Avventure... Yes I AM
Se vuoi condividere questo viaggio con i tuoi amici clicca sull'icona Facebook a lato
MAIL Clicca per inviare questa scheda viaggio ad un amico
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
    

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
ARGENTINA
ARGENTINA
CILE
CILE

CARTE GEOGRAFICHE Clicca sul globo per visualizzare una mappa della zona
     clicca per visualizzare una mappa della zona     clicca per visualizzare una mappa della zona     clicca per visualizzare una mappa della zona     clicca per visualizzare una mappa della zona

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO DA PARTE NOSTRA L'ANTICIPO VERSATO VIENE IMMEDIATAMENTE RIMBORSATO

PARTENZE IN GRUPPO PROGRAMMATE
Codice
Partenza
Ritorno
Prenotati
Offerte/Note
 
6055
21-12-2019
07-01-2020
0
 
Clicca sul mese per vedere le partenze programmate
DIC 2019

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
da ROMA EUR
2.930
da MILANO EUR
3.040
Supplemento dal 29 giu al 21 lug e dal 13 al 31 ago EUR
80
Supplemento dal 22 lug al 12 ago e dal 16 dic al 9 gen EUR
245
quote basate su voli Aerolineas Argentinas e su 10 partecipanti
LA QUOTA COMPRENDE il trasporto aereo, il quaderno di viaggio, la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), un ammontare che riteniamo sufficiente a coprire le spese per tutti i trasporti. L’eventuale eccedenza rispetto all’ammontare disponibile sarà a carico dei partecipanti come 'Cassa Comune'.
LA QUOTA NON COMPRENDE gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO EUR
1.000
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO
Un nuovo viaggio che prevede la traversata via terra dell’Argentina e del Cile meridionale, dalla Penisola di Valdez fino alla Terra del Fuoco, attraverso la natura selvaggia ed incontaminata della Patagonia e passando per il remoto e spettacolare Lago O’Higgins, posto alla fine della Carretera Austral e che separa i due paesi in un area di confine sconosciuta e frequentata da pochissimi. Sara’ una full immersion nella natura sia per quanto riguarda i paesaggi, indimenticabili come colori e varietà, sia per il contatto e la vista di animali inusuali alle nostre latitudini. Si tratta di un viaggio intenso per quanto riguarda i lunghi trasferimenti in pulmino, ma piacevole e comodo perchè ovviamente in Argentina e Cile si trova di tutto, si mangia bene e si beve meglio. I trekking completano il viaggio perchè si cammina in parchi tenuti benissimo, con poca gente e con la possibilità di vedere da vicino quelle cime (Il Cerro Torre, Il Fitz Roy) che rimangono un mito per molti alpinisti. Per chi non se la sente di fare passeggiate un pò lunghe, c’è sempre la possibilità di fermarsi prima o di fare percorsi alternativi con paesaggi altrettanto validi. Grandi spazi, natura incontaminata, montagne spettacolari, in uno straordinario contrasto di colori e di immagini che suscitano emozioni intensissime. Spettacoli unici della natura: i grandi ghiacciai andini che si frantumano nei laghi sottostanti e le sagome inconfondibili del Cerro Torre e delle Torres del Paine.
Un lungo volo dall'Italia con scalo a Buenos Aires ci porterà a Trelew, qui troveremo il nostro mezzo che utilizzeremo per raggiungere Puerto Madryn e visitare l’indomani la Penisola di Valdez. Esperienza eccezionale con la certezza di venire a vero e proprio contatto con foche e leoni marini in un ambiente naturale di bellezza unica. Visiteremo Punta Piramide (leoni marini e possibilità di whale watching), Punta Norte (elefanti marini), la Caleta, Punta Delgada. L’indomani, dopo una rapida escursione a Punta Trombo dove vivono migliaia di pinguini, ci attende una lunga tappa verso Comodoro Rivadavia, città portuale tra le piu importanti della Patagonia. Quindi Perito Moreno, cittadina al confine con il Cile che raggiungeremo attraversando l’Argentina da est a ovest. Entriamo in Cile costeggiando il Lago Gral Carrera e, passando davanti a Puerto Rio Tranquilo, prendiamo la celebre Carretera Austral verso sud. Questa famosa strada che parte da Puerto Montt in Cile e si insinua tra Ande, ghiacciai, laghi e fiumi, fu voluta per scopi militari dal dittatore Pinochet che ne avviò la costruzione nel 1976. Da Puerto Rio Tranquilo la percorreremo fino alla fine (al chilometro 1195), passando per Chocrane, Tortel ed infine Villa O’Higgins, sulle sponde dell’omonimo lago oltre il quale c’è l’Argentina. Siamo in un’area di confine remota e selvaggia, la più disabitata del sud cileno, sconosciuta a moltissimi e dove il turismo è quasi inesistente. Lasceremo qua il nostro pulmino, che oltre non può andare, e che ritroveremo tra 3 giorni in Argentina. Lui sara costretto a tornare indietro per compiere la tratta “classica” su strada mentre noi, in 2 giorni arriveremo ad El Chalten attraversando a piedi questa terra di nessuno. Ci imbarchiamo su una motonave che tre volte a settimana fa da traghetto tra le due sponde ed offre la possibilità di andare a visitare con una piccola deviazioni e in un’atmosfera di solitudine magica l’adiacente O’Higgins Glacier, poco conosciuto ma che non ha nulla da invidiare ad altri in maestosità e bellezza. Scendiamo a Candelario Mancilla sulla sponda opposta del lago, sostanzialmente un abitato di 3 persone con quattro costruzioni di legno. Siamo ancora in Cile e poco piu avanti troviamo l’isolatissima caserma dei carabineros che l’indomani sbrigheranno le formalità di uscita. Carichiamo i nostri bagagli sul pickup della famiglia Mancilla li ritroveremo più avanti all’ingresso in Argentina. Noi invece cominciamo il nostro trek nella terra di nessuno che attraverso sentieri montani ed in mezzo a boschi ci porterà dalla riva del Lago O’Higgins fino a quella del Lago del Desierto. Sbrigate le formalita d’ingresso entriamo in Argentina e con una piccola nave attraversiamo il lago (che i piu avventurieri possono scegliere di circumnavigare a piedi). Ritroviamo il nostro pulmino che ci porterà ad El Chalten, base di partenza per il gruppo del Fitz Roy e del Cerro Torre dove effettueremo un trek di un giorno fino al Campo Base (Capanna Maestri). Si può salire fino a Mirador e per chi vuole proseguire, arrivare alla Laguna Torre fino al Campo Base. Si rientra per cena, oppure una camminata fino alla Laguna de los Tres, oltre al Campo Base del Cerro Fitz Roy. Sentiero agevole, a volte acquitrinoso, fino al Campo Base, poi gli ultimi 300 m sono su di una salita mozzafiato che nell’ultimo quarto d’ora impegna in una scalata di enormi massi della morena dei due ghiacciai. Da El Chalten scendiamo a sud costeggiando il Lago Viedma per arrivare a El Calafate sul Lago Argentino.
Siamo alla base della Cordigliera andina con fantastici ghiacciai. Visiteremo il Perito Moreno il ghiacciaio più famoso della Patagonia che scarica continuamente colonne di ghiaccio con enormi spruzzi nelle acque del lago. Poi a bordo di una bellissima motonave effettueremo la navigazione sul Lago Argentino, partendo da Puerto Bandera e toccando il Ghiacciaio Upsala, poi fermandosi un paio d’ore alla L. Onelli, in modo da poter fare una passeggiata a piedi e vedere il Ghiacciaio Onelli per concludere di nuovo in barca al Ghiacciaio Spegazzini e tornare a P. Bandera. Ci spostiamo successivamente in Cile per visitare il Parco Nazionale delle Torres del Paine altro spettacolo di poderose guglie che si specchiano nei sottostanti laghi e laghetti. Brevi camminate durante le quali incontreremo guanacos elegantissimi. Apoteosi di colori: dal blu dei laghi, al nero della roccia, allo splendore dei ghiacci. Molti i possibili trek a piedi, da quello per il Ghiacciaio Grey, a quello per salire alla Laguna Los Torres o per raggiungere le zone meno frequentate della laguna Azul e Cebolla. Da Puerto Natales, tempo permettendo, potremo effettuare poi una escursione in barca al fiordo Ultima Esperanza per risalire eventualmente coi gommoni il Rio Serrano. Ultima tappa verso Punta Arenas, capitale della regione di Magellano e dell’Antartide Cilena fondata nel 1848. Escursione a Puerto del Hambre, dove si trovano le rovine del primo insediamento nella regione della Stretto di Magellano e poi di nuovo a Punta dove di attende il volo che ci porta prima a Santiago e poi in Italia.

AGOSTO (inverno australe) IN PATAGONIA 
Da una relazione di un viaggio precedente :
"Agosto  per la Patagonia  è il mese più invernale  e le condizioni climatiche che abbiamo riscontrato sono state eccezionalmente  fantastiche ed incredibilmente favorevoli.
 Fare il trek verso il Fitz Roy ed il Cerro Torre con la neve alta oltre 50 cm. e pista da battere è stata un’impresa  indimenticabile, senza pericoli, con lo spirito alle stelle, sempre però controllati – via radio – dalle guardie del parco.
Solo  le Torri del Paine non ci hanno consentito  un’escursione com’era nostra  intenzione, ma i tempi erano limitati ed il livello della neve non consentiva salite azzardate.
Abbiamo anche provato l’emozione delle slitte trainate da cani eccezionali in un paesaggio  da favola ed il giorno di Ferragosto è stato trascorso nel Fiordo di Ultima Esperanza presso Puerto Natales, con cambiamenti repentini di tempo, da nevicate a sole, sole e sempre sole, ma con un vento che a tratti superava i 120 kmh.
Forse è stata la giornata più fredda, ma gradevolissima."

GIORNO ITINERARIO CHILOMETRI (3206) (trek 88+)
1 Partenza Italia -
2 Arrivo Trelew – Puerto Madryn 65
3 Puerto Madryn – Tour Penisola Valdez – Puerto Madryn 408
4 Puerto Madryn – Trelew – Punta Trombo – Comodoro Rivadavia 564
5 Comodoro Rivadavia – Perito Moreno 381
6 Perito Moreno – Cochrane - Tortel 376
7 Tortel – Villa O’Higgins 154
8 Villa O’Higgins – Glacier O’Higgins –Candelario Mancilla (traghetto) -
9 Candelario Mancilla – Lago del Desierto – El Chalten (traghetto/trek/bus) 36+22(trek)
10 El Chalten – El Pilar – Fitz Roy – El Chalten (bus/trek) 14+22(trek)
11 El Chalten – Cerro Torre (trek) – El Calafate 22 (trek) + 220
12 El Calafate – Perito Moreno (bus/trek) – El Calafate 100
13 El Calafate – Lago Argentino (navigazione) – El Calafate – Puerto Natales 272
14 Puerto Natales – Mirador Los Torres (bus/trek/bus)  - Puerto Natales 260 + 22(trek)
15 Puerto Natales – Punta Arenas 248
16 Punta Arenas – Puerto del Hambre – Punta Arenas 108
17 Partenza Punta Arenas – Santiago -
18 Arrivo Italia -
 

L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori che costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi avventure proposti da Viaggi nel Mondo.