BURMA ETNIE
Viaggio alla scoperta delle etnie più sconosciute della Birmania. Dalle località più classiche di Yangon e Bagan, alle ‘donne giraffa’ di Loikaw e le ‘donne tatuaggio’ dello sconosciuto ed incontaminato Chin State.
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA17 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODOtutto l’anno
PERNOTTAMENTI
alberghetti
TRASPORTI
aereo, treno, autobus, battello e mezzi locali
.Per motivi di sicurezza, sconsigliamo categoricamente i trasferimenti con bus notturni.
PASTI
ristorantini
DIFFICOLTA'
viaggio in regioni sconosciute al turismo
VISTI E VACCINAZIONIIl visto per la Birmania si ottiene online qui http://evisa.moip.gov.mm/ e si paga con la carta di credito.
Il passaporto deve avere una validità residua di almeno 6 mesi dall'ingresso nel Paese.
Raccomandata la profilassi antimalarica
In Birmania, la legge prevede il reato di insulto alla religione buddista. L’insulto include qualsiasi rappresentazione irrispettosa o immagine (tra cui i tatuaggi) di Buddha. Il reato può essere punito con l'espulsione dal Paese.
INFORMAZIONII coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni.Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici.

Elisabetta REVERBERI - Tel. 3476075717
Vai al gruppo facebook dedicato ai Viaggi nel SUDEST ASIATICO: Avventure... Yes I AM
Se vuoi condividere questo viaggio con i tuoi amici clicca sull'icona Facebook a lato
MAIL Clicca per inviare questa scheda viaggio ad un amico
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
  

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
MYANMAR
MYANMAR

CARTE GEOGRAFICHE Clicca sul globo per visualizzare una mappa della zona
     clicca per visualizzare una mappa della zona     clicca per visualizzare una mappa della zona

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO DA PARTE NOSTRA L'ANTICIPO VERSATO VIENE IMMEDIATAMENTE RIMBORSATO

PARTENZE IN GRUPPO PROGRAMMATE
Codice
Partenza
Ritorno
Prenotati
Offerte/Note
 
3630
04-10-2019
20-10-2019
0
 
3640
25-10-2019
10-11-2019
0
 
3641
15-11-2019
01-12-2019
0
 
3621
20-12-2019
05-01-2020
1
 
3622
26-12-2019
10-01-2020
0
 
Clicca sul mese per vedere le partenze programmate
OTT 2019
NOV 2019
DIC 2019

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
da ROMA  EUR
1.775
da MILANO  EUR
1.885
Supplemento Pasqua e ponti primaverili EUR
120
Supplemento alta stagione: Estate EUR
240
Supplemento Natale - Capodanno EUR
295
Supplemento per volo Bangkok - Yangon con Bangkok Airways circa EUR
100
LA QUOTA COMPRENDE il trasporto aereo, il quaderno di viaggio, la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), un ammontare che riteniamo sufficiente a coprire le spese per tutti i trasporti previsti, escluse le escursioni. L’eventuale eccedenza rispetto all’ammontare disponibile per i Trasporti sarà a carico dei partecipanti come Cassa Comune.
LA QUOTA NON COMPRENDE gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE.

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO USD
550
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO
La Birmania è una terra dorata piena di contrasti che non può non incantare chi la visita. Questo itinerario nasce proprio per coloro a cui un solo viaggio non mette altro che la voglia di tornarci, nel desiderio di visitare anche le regioni meno conosciute. Le nostre precedenti esperienze e i validi collaboratori birmani ci permetteranno di raggiungere regioni che fino a qualche anno fa sono rimaste chiuse al turismo, conservando più integralmente le loro caratteristiche culturali. Dall’ Italia raggiungiamo in volo Yangon (su volo diretto o via Bangkok con pernottamento) subito entriamo nell’atmosfera incantata di questo magico Paese aggirandoci lentamente tra i mille altari della Swedagon Pagoda e scoprendone per ognuno la sua ispirazione religiosa. Dimenticata ormai la frenesia europea ci dirigiamo a Bago (Pegu) dove, dopo una rapida visita della città, iniziamo un breve trekking per raggiungere assieme ai pellegrini il luogo più sacro di tutta la Birmania: il Golden Rock, che svetta dorato in cima ad un impervio sentiero, sorretto da un solo capello del Buddha. Dal Golden Rock prendiamo un bus per Loikaw, dove arriveremo presto la mattina. Siamo nel territorio dell’etnia Kayan, famosa per le donne “giraffa” che qui potremo vedere, visitando i loro villaggi e le loro case, nel modo più autentico possibile, lontano dalle aree turistiche. Continuiamo verso nord fino al Lago Inle, per un’escursione in battello con visita a monasteri, laboratori su palafitte, il sito storico di In Thein, mercati (molto interessanti quelli "dei 5 giorni" dove, in località a rotazione, convergono le etnie dei villaggi circostanti) ed alle piantagioni galleggianti di ortaggi e fiori e quindi finalmente Bagan, il sito più bello, più importante e più soddisfacente, 40 kmq di campagna costellata da più di 5000 pagode delle più variegate fogge e stili, un 'posto' tra i più magici al mondo. Da non perdere albe e tramonti dalle terrazze delle pagode. Lasciamo Bagan per cominciare una delle parti più belle ed emozionanti del nostro viaggio che ci porterà a conoscere le incontaminate etnie che vivono nello sconosciuto Chin State, solo da poco accessibile al turismo. Troveremo qui i villaggi e le aree in cui vivono le famose “tattoo women”, etnia rara costituite da donne dal volto tatuato di estremo interesse antropologico. I diversissimi stili di tatuaggio rappresentano le diverse tribù di appartenenza. Poiché ora è vietata la pratica del tatuare le donne in viso, queste sono le ultime presenti. I villaggi sono raggiungibili solo a piedi in quanto lontani dai principali centri abitati. Visiteremo le zone di Kanpetlet e Mindat, prima di riuscire dal Chin State per effettuare l’ultima tappa verso Mandalay, l’ultima capitale imperiale e il maggiore centro religioso del paese. Anche qui, forse ancor più che a Yangon, si percepisce un’atmosfera di altri tempi, senza però la stessa eccessiva frenesia e con una spiritualità accentuata dalla grande concentrazione di monaci buddisti. Poi alla Maha Muni pagoda, al palazzo reale, al famoso Shwe Nan Daw Kyaung (monastero tutto in legno, l’unico rimasto dopo i bombardamenti dell’ultima guerra), Kuthodaw pagoda (considerata il 'libro' più colossale del mondo, formato com’è da 729 tripitaka, piccole pagode, contenenti ciascuna una stele di pietra incisa in lingua Pali con il canone buddista interamente riportato), il tempio Kyauk Taw Gyi ed infine l’ascensione per il tramonto alla Mandalay Hill (226 m), collinetta interamente punteggiata di pagode e monasteri con una scalinata di 1729 gradini (ma si può salire con i camioncini) e splendido panorama sul fiume Irrawaddy. Avremo modo di fare escursioni verso Min Kun e verso le antiche capitali: Amarapura lungo il ponte tutto in teak vecchio di 200 anni per proseguire in barca e calesse verso l’altra città di Ava ed infine Sagaing per un magico tramonto su un paesaggio collinare trapuntato di pagode. Rientrati a Mandalay, fatti gli ultimi acquisti, ripartiremo infine per l’Italia.

Per il periodo dei monsoni, da luglio a novembre, in sostituzione al Chin State si visiterà la regione di Kengtung. In questa regione dove il turismo è praticamente sconosciuto avremo la possibilità di effettuare diversi facili trekking per andare ad esplorare le vicine tribù nei villaggi collinari. Potremo incontrare la tribù Akha con i loro copricapi scintillanti, la tribù Ann con i loro vestiti tipici neri e i denti completamente neri per il consumo di betel, o ancora la tribù Wa dove le donne sono le uniche che possono fumare la tipica pipa.

GIORNO ITINERARIO CHILOMETRI (1721)
1 Partenza Italia Volo
2 Arrivo Yangon Volo
3 Yangon – Bago – Golden Rock 212
4 Golden Rock – Loikaw 380
5 Loikaw -
6 Loikaw – Kakku – Lago Inle 152
7 Lago Inle -
8 Lago Inle – Bagan 338
9 Bagan -
10 Bagan – Kanpetlet (Chin State) 222
11 Kanpetlet (Chin State) -
12 Kanpetlet – Mindat (Chin State) 52
13 Mindat – Bagan – Mandalay 365
14 Mandalay (escursione Mingun) -
15 Mandalay -
16 Partenza Mandalay Volo
17 Arrivo Italia Volo
 
L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori che costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi avventure proposti da Viaggi nel Mondo.