KAZAKHSTAN
La più grande delle Repubbliche Centro Asiatiche, il Kazakhstan, è una nazione di sconfinate steppe e di storia millenaria, con tre siti riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall'Unesco, una importante tradizione sportiva che vedrà il paese protagonista di molti eventi internazionali.
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA14 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODOda MAR a SET
PERNOTTAMENTIAlberghi e case private
TRASPORTIaereo, autobus, treno
PASTIristorantini
DIFFICOLTA'facile
VISTI E VACCINAZIONIPer i cittadini italiani non è richiesto il visto, il passaporto deve essere valido almeno 6 mesi dalla data di ingresso nel paese.
Al momento dell’iscrizione inviare la scansione a colori del passaporto (la pagina con i dati e la pagina dell'eventuale rinnovo) a passaporti@viaggiavventurenelmondo.it specificando nell'oggetto il cognome ed il codice del viaggio.
INFORMAZIONII coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni.Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici.

Livio ROLLE - Tel. 3206343656
Luca BELLONI - 3316001835
Vai al gruppo facebook dedicato ai Viaggi in Asia Centrale - Transasiatiche: Avventure... Yes I AM
Se vuoi condividere questo viaggio con i tuoi amici clicca sull'icona Facebook a lato
MAIL Clicca per inviare questa scheda viaggio ad un amico
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
      

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
KAZAKHSTAN
KAZAKHSTAN

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO DA PARTE NOSTRA L'ANTICIPO VERSATO VIENE IMMEDIATAMENTE RIMBORSATO

PARTENZE IN GRUPPO PROGRAMMATE
Codice
Partenza
Ritorno
Prenotati
Offerte/Note
 
2843
08-06-2019
21-06-2019
1
  coord. CLAUDIA CENCIC - 3396263203
 
2844
29-06-2019
12-07-2019
0
 
2845
20-07-2019
02-08-2019
0
 
2846
03-08-2019
16-08-2019
1
  coord. ANTONIO CARABOTTO - 3387034891
 
2848
10-08-2019
23-08-2019
1
  coord. MASSIMO POLSELLI - 3395805329
 
2849
31-08-2019
13-09-2019
0
 
Clicca sul mese per vedere le partenze programmate
GIU 2019
LUG 2019
AGO 2019

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
da ROMA e MILANO EUR
2.475
Supplemento alta stagione Pasqua,ponti di Aprile-Maggio, Estate EUR
150
quote basate su 9 partecipanti
Partenze da altri aeroporti su richiesta con supplemento
LA QUOTA COMPRENDE il trasporto aereo da Roma e Milano (supplemento qualora siano necessarie tratte nazionali in coincidenza con il volo internazionale), la polizza infortuni e l’assistenza completa Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze), un pacchetto di servizi comprendente pernottamenti in B.&B. ed in alcuni casi mezza pensione, i trasferimenti da e per gli aeroporti, il trasporto in pullman con autista  e treno veloce per l'itinerario in programma, una guida locale gli ingressi a musei e monumenti. 
LA QUOTA NON COMPRENDE i trasporti e le escursioni non previste nel programma e le mance da pagare con la cassa comune e gli eventuali supplementi per carburante e per controlli di sicurezza applicati dai vettori aerei successivamente alla pubblicazione dei programmi e tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE.

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO EUR
100
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO
La più grande delle Republiche Centro Asiatiche, il Kazakistan, è una nazione di sconfinate steppe e di storia millenaria ricca di contrasti in cui città moderne si alternano alle yurte dei nomadi,. Arriviamo ad Astana poi Almaty la vecchia capitale nel sud del Paese al confine con il Kyrgyzstan da cui iniziamo la scoperta di questo vasto territorio, terra dei tulipani che in primavera ricoprono l'intero paese di un tappeto rosso di fiori selvatici...

In volo dall’Italia arriviamo ad Astana la nuova capitale che scopriremo ricca di stravaganti architetture contemporanee. Il giorno seguente con un breve volo siamo a Shymkent, capitale della regione del Sud Kazakhstan, chiassosa città sorta nel 1365 d.C. sulla Via della Seta, famosa ancora oggi per i suoi bazar da qui ci dirigiamo verso la città di Turkistan. In questo centro sono presenti resti archeologici datati IV secolo,  in seguito fu un importante centro commerciale. Il nome Hazrat-e Turkestan significa letteralmente «Il Santo del Turkestan» e si riferisce a Khoja Ahmad Yasavi, il grande maestro sufi del Turkestan, nato qui alla fine dell'XI secolo e seppellito all'interno della città. Sotto la sua guida la città divenne il centro accademico più importante per i popoli delle steppe kazake. Negli anni '90 del XIV secolo Timur fece erigere una magnifica cupola, chiamata Mazar o Mausoleo, che è senza alcun dubbio il monumento architettonico più significativo di tutto il Kazakistan. Nel 2005 anche il mausoleo di Khoja Ahmed Yasawi è stato inserito nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Altri importanti siti storici comprendono un bagno termale medioevale e altri quattro mausolei, uno di questi è della nipote di Tamerlano.  Sulla strada per Zhabagly ci fermiamo ad Otrar tipica fortezza dell’Asia centrale. L'area dell'insediamento era di circa 2 km²: gli strati più bassi sono databili al I secolo, mentre i monumenti più recenti sono del XII-XV secolo. La sera pernottiamo al villaggio Zhabagly. Il giorno successivo partiamo per l’esplorazione della riserva Naturale di Aksu-Dzhabagly, qui visitiamo il bellissimo canyon dell’Aksu nel massiccio del Tian-Shan, con pareti alte fino a 500 m. Situata vicino Shymkent Zhabagly, è la porta d’ingresso ad una enorme e selvaggia area a cavallo con l’Uzbekistan: qui si possono incontrare marmotte, linci, volpi e orsi. Spesso anche il leopardo fa sentire il suo ruggito tra le alte montagne ma è difficile incontrarlo, cosi come lo yeti che si suppone abiti quest’area! Un treno notturno ci riporterà ad Otar per un ultima visita ai petroglifi di Tamglay. Questo sito archeologico è noto per le sue incisioni rupestri. La maggior parte dei petroglifi si trova nel canyon principale, ma alcuni di essi sono stati incisi nelle vallate secondarie. Le circa 5.000 figure incise tra media età del Bronzo ed età del Ferro (1.400 a.C. II sec. d.C.) e poi, in misura minore, in età Medievale e sub-recente, documentano scene di culto, animali, divinità solari, esseri umani, carri trainati da cavalli, scene di caccia e di guerra. Non a caso la parola Tamgaly in lingua kazaka significa “luogo dipinto” o “segnato”. Dal 2004 il sito è stato incluso nell'elenco dell’UNESCO dei Patrimoni dell'umanità. Proseguiamo per Almaty dalla caratteristica atmosfera russa (che fino al 1997 era la capitale del Paese) dove visitiamo  il Museo Nazionale, importante punto di riferimento per la cultura kazakha attraverso le sue 4 sezioni: paleontologia e archeologia, storia dal XV al XX sec., etnografia; la cattedrale Zenkov ed il Monumento all’Indipendenza. Il giorno dopo partenza per il Charyn Canyon dove la diversa consistenza degli strati, messi in luce dall’erosione dei ghiacciai, delle acque e del vento genera effetti multicolori di una bellezza mozzafiato. Qui il fiume Charin nei millenni ha scavato una  profonda gola, chiamata Valle dei Castelli, formata da rocce scolpite in forme strane e suggestive, scorci spettacolari incastonati tra splendide sculture di roccia createsi in epoche diverse e di diversa origine attraverso l’azione millenaria di agenti atmosferici. Sebbene sia più piccolo, con i suoi ca 90 km di lunghezza e le sue gole multi colore lascia negli occhi un’impressione vivida ed affascinante pari a quella offerta dal Grand Canyon. Offre inoltre eccellenti possibilità di fare canyoning, rafting ed  arrampicate.  Se il tempo ce lo permetterà potremo anche arrivare ad Issyk, area di una importante necropoli, formata da molti tumuli del I mill. a.C., sepolture degli aristocratici cavalieri Saka. La più famosa è quella dell’”Uomo d’Oro”, dallo straordinario corredo aureo del VI sec. a.C. (conservato nella capitale), alla quale è dedicato un piccolo Museo sul sito di scavo. Pernottiamo al villaggio Saty. Da qui il giorno dopo procediamo per Kolsay Lakes: tre incantevoli laghi di montagna si susseguono lungo il corso del fiume Kolskai tra le ripide e boscose colline dell'Alatau; i laghi sono situati ad un altitudine di 1800, 2250 e 2700 mt slm. Visitiamo questo magnifico parco che si distingue per la presenza di piante rare ed animali. Pernottiamo a Kaindy dove avremo modo di osservare la “foresta affondata”. Da questo lago creato come risultato di una enorme frana calcarea generata da un terremoto nel 1911 è possibile osservare tronchi secchi di alberi sommersi elevarsi al di sopra della superficie.  Il giorno dopo è la volta de Altyn-Emel National Park, 182 km nord-est di Almaty che con i suoi 4600km2  ha al suo interno la Singing Dune. Una montagna di sabbia chiara, lunga 3 km e alta 150mt. che è un vero fenomeno della natura, famoso perché, quando il clima è asciutto e secco, la duna di sabbia emette un suono simile a quello prodotto dalla canne di un organo. In passato invece si credeva che il suono fosse dato dagli spiriti di antiche città sepolte presenti nei dintorni...Tornati ad Almaty il giorno dopo facciamo un’ultima escursione al Big lake nei pressi della città; il lago si trova in una gola del fiume Bolshaya Almatinka 2511 slm…uno splendido specchio d’acqua incastonato tra picchi montani. Ma i giorni volano in fretta: ultima sera in terra Kazaka e poi il volo di rientro per l’Italia con ricordi di uno splendido paese ancora sconosciuto al turismo di massa.

ITINERARIO SOMMARIO DI VIAGGIO


 Giorno Itinerario 
 1 Partenza dall’Italia
 Hotel IBIS
 2 Prima mattina arrivo ad Astana, transfer dall’aeroporto all’hotel. Visita Astana.
 Hotel IBIS

 3In mattinata transfer per l’aeroporto per volo per Shimkent arrivo a Turkistan: visitiamo il  Mausoleum di Khodja Ahmed Yassawi, proseguiamo per il village Zhabagly attraverso Otrar
 Aksu Inn hotel
 4 Visitiamo  Aksu-Dzhabagly National Park – Aksu Canyon
 Aksu Inn hotel
 5 Escursione a piedi nell’Aksu-Dzhabagly National Park, la gola di Kishi Kaindy e nel pomeriggio transfer alla stazione di Tyulkubas station – treno notturno per Otar
 Treno
 6 In mattinata arrivo alla stazione di Otar, arriviamo ad  Tamgaly Petroglyphs, visita del sito, proseguiamo per Almaty
 Millennium hotel

 7 Visita di Almaty   
 Millennium hotel
 8 9:00 am partenza in bus per la visita di Almaty – Kolsay via Charyn Canyon, tempo permettendo deviazione per Issyk al museo dell’Uomo d’Oro
 Case locali villaggio Saty
 9 Kolsay Lake, escursione al 2° lago, deviazione per Kaindy
 Case locali
 10 Arriviamo alla Riserva naturale di Altyn Emel via Temirlik Canyon
 Guesthouse

 11 Visitiamo Altyn Emel, incluso le montagne Aktau Mountains e la singing dune 
 Guesthouse
 12 Ritorniamo ad Almaty passando per il sito 3 River Petroglyphs
 Millennium hotel
 13 In mattinata arrivo a Almaty, visita big almaty lake e Ak Sunkar Falconry
 Millennium hotel
 14 Transfer per aeroporto partenza ed arrivo in Italia
 
L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori che costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi avventure proposti da Viaggi nel Mondo.