SARDEGNA SCONOSCIUTA
Il lato nascosto della Sardegna: la costa occidentale, quella rivolta al Mediterraneo aperto ed opposta al lusso della Costa Smeralda. Un viaggio a tappe attraverso le città regie della dominazione aragonese, tra sentieri e torri costiere, nuraghi e pozzi sacri, miniere e vestigia fenice.
 
CARATTERISTICHE DEL VIAGGIO
DURATA8 GIORNI
date e durate definitive sono indicate nella tabella Partenze Programmate
PERIODOTutto l'anno
PERNOTTAMENTIalberghetti, b&b
TRASPORTIauto o pulmino a nolo, i partecipanti si alternano alla guida
PASTIristorantini
DIFFICOLTA'facile, brevi trekking
VISTI E VACCINAZIONItutti i passeggeri, adulti e minori, in arrivo in Sardegna su linee aeree o marittime sono tenuti a registrarsi prima dell'imbarco utilizzando l’apposito modulo on line. La compilazione di tale scheda è obbligatoria e deve essere effettuata nelle 48 ore antecedenti alla partenza. Al termine si riceve una mail con allegato un QR code da esibire al personale preposto all'imbarco. La registrazione può avvenire anche tramite la App Sardegna Sicura.
https://sus.regione.sardegna.it/sus/covid19/regimbarco/init
INFORMAZIONII coordinatori segnalati hanno effettuato il viaggio e possono dare informazioni.Rivolgetevi a loro con la cortesia che si usa tra amici.

Giuseppe MASALA - Tel. 3479458050

Cristina MANZIONE - Tel. 3405370548 (solo chiamate Whatsapp), email: crimanzione@gmail.com
Se vuoi condividere questo viaggio con i tuoi amici clicca sull'icona Facebook a lato
MAIL Clicca per inviare questa scheda viaggio ad un amico
CLASSIFICAZIONE, CARATTERISTICHE E DIFFICOLTA' DEL VIAGGIO Clicca sull'icona per vederne il significato
  

PAESI VISITATI Clicca sulle bandiere per accedere al sito del Ministero degli Esteri Unità di crisi - Vaggiare sicuri - con informazioni su Sicurezza e relativi consigli Clima - Meteo - Sanità - Documenti di viaggio - Visti e valuta
ITALIA
ITALIA

LEGGERE LE INFORMAZIONI E LE CONDIZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO DA PARTE NOSTRA L'ANTICIPO VERSATO VIENE IMMEDIATAMENTE RIMBORSATO

PARTENZE IN GRUPPO PROGRAMMATE
Codice
Partenza
Ritorno
Prenotati
Offerte/Note
 
1788
19-07-2020
26-07-2020
6
  coord. VERONICA PARISE - 3347459676
 
203
25-07-2020
01-08-2020
0
 
204
01-08-2020
08-08-2020
0
 
747
08-08-2020
15-08-2020
0
 
748
15-08-2020
22-08-2020
0
 
1789
23-08-2020
30-08-2020
0
 
749
29-08-2020
05-09-2020
0
 
751
05-09-2020
12-09-2020
0
 
1790
13-09-2020
20-09-2020
0
 
753
19-09-2020
26-09-2020
0
 
761
03-10-2020
10-10-2020
0
 
Clicca sul mese per vedere le partenze programmate
LUG 2020
AGO 2020
SET 2020
OTT 2020

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE HANNO UN VALORE INDICATIVO E SARANNO CONFERMATE NEL FOGLIO NOTIZIE DI OGNI PARTENZA.
Da Roma - provvisoria EUR
675
LA QUOTA COMPRENDE volo low cost per Alghero e da Cagliari  e trasporto in minibus/auto per 7gg da Alghero escluso carburante, la polizza infortuni e l’assistenza Europassistance (prendere visione delle condizioni delle due polizze).
LA QUOTA NON COMPRENDE tutto ciò che non è compreso ne LA QUOTA COMPRENDE
IN CASO DI ANNULLAMENTO DEL VIAGGIO NON SI APPLICANO PENALI, L’ANTICIPO PER LA PRENOTAZIONE E’ RIDOTTO A 100 EURO

CASSA COMUNE
CASSA COMUNE IN CORSO DI VIAGGIO EUR
450
Importo previsto di spesa in corso di viaggio per i servizi non compresi nella quota, si basa sulle esperienze dei gruppi precedenti ed è gestito dal gruppo che elegge un cassiere.Si basa sull'utilizzazione di servizi di medio livello. Consultare il Decalogo, punto 5 per una esauriente spiegazione sulla gestione della cassa Comune. Clicca qui

ITINERARIO CONSIGLIATO E REDAZIONALE DI VIAGGIO


Il viaggio attraversa da Nord a Sud la costa occidentale della Sardegna, toccando cinque città regie del periodo aragonese.
In volo su ALGHERO, dopo la visita alla città catalana, inizia la discesa per BOSA; si prosegue verso ORISTANO, per omaggiare la giudicessa Eleonora d’Arborea.
Passato il fiume Tirso, si continua verso IGLESIAS attraverso Costa Verde e le dune di Piscinas all’interno del Parco Geominario del Sulcis. Si punta quindi verso sudovest sull’isola, nell’Isola, di S.Pietro/Carloforte.
Rientro su Cagliari, non prima di aver percorso la strada costiera meridionale di Capo Spartivento, a 170 km in linea d’aria dalla Tunisia.

http://www.viaggiavventurenelmondo.it/immagini/sardegnasco.jpg http://www.viaggiavventurenelmondo.it/immagini/sardegnasco.jpg

GIORNI 1/2: ALGHERO. Sbarcati all’aeroporto di Fertilia, dedichiamo le due prime giornate alla visita di Alghero, l’enclave catalana in Sardegna: visitiamo il Parco Naturale Regionale di Porto Conte, con un breve trekking a Punta Giglio fino ai resti della batteria aerea della Seconda Guerra Mondiale e discesa (…ed inevitabile ascesa di ritorno) dei 654 gradini della Escala de Cabirol per visitare le Grotte di Nettuno, sotto il promontorio di Capo  Caccia. Compatibilmente con la variabile dell’orario di arrivo del volo della prima giornata, possiamo andare a fare un giro presso il suggestivo villaggio minerario abbandonato dell’Argentiera. Serate di relax in città, lungo i bastioni medievali e l’incatevole centro storico.

GIORNO 3: ALGHERO-BOSA. Iniziamo la discesa verso Sud. Percorriamo i 46 km della Costiera Alghero-Bosa. Prima di arrivare in città, con delle brevi passeggiate possiamo raggiungere le spiaggette di Managu e/o Cumpoltittu. Visitiamo quindi Bosa, altra città regia del periodo spagnolo, costruita sulla sponda settentrionale del fiume Temo, con il variopinto centro storico sviluppatosi ai piedi del Castello dei Malaspina. La costa meridionale è caratterizzata dalla presenza di tre torri costiere aragonesi, raggiungibili con delle brevi passeggiate: Columbargia, Ischia Ruja e Foghe, la foce del Riu Mannu, dove è possibile fare il bagno tra acqua dolce ed acqua marina.  

GIORNO 4: BOSA-ORISTANO  Da Bosa a Cuglieri, con tappa al Castello del Montiferru. Visitiamo il bucolico villaggio di San Leonardo di Siete Fuentes. Ci dedichiamo, quindi, a due dei principali siti preistorici sardi, il Nuraghe Losa e il Pozzo Sacro di Santa Cristina. Pomeriggio dedicato al Sinis: tappa al villaggio di Santu Srabadoi, ambientazione di tanti spaghetti western e visita alla chiesetta con il sottostante ipogeo; a seguire, con una breve passeggiata su sterrato, si arriva sino a Capo San Marco, passando per la torre di San Giovanni e la città fenicia/romana di Tharros. Arriviamo infine ad Oristano, l’antica capitale del Giudicato medievale di Arborea: vistiamo la Cattedrale e Piazza Eleonora, dedicata alla Sovrana e Giudicessa più amata nell’Isola.

http://www.viaggiavventurenelmondo.it/immagini/sardegnasco.jpg

GIORNO 5: ORISTANO-IGLESIAS. Attraversiamo lo stretto ponte ad un’unica marcia alternata di Marceddì ed entriamo nella Costa Verde, una delle zone costiere più disabitate ed aspre dell’Isola. La tortuosa strada ci porta fin sotto l’inconfondibile sagoma di Monte Arcuentu, volendo, anche raggiungibile con un percorso trekking tra i campi. Arriviamo alla volta del villaggio minerario di Montevecchio  e, percorrendo un ampio tratto di sterrato, scendiamo verso Ingurtosu alle celebri dune di Piscinas. Ripresa la strada costiera, passiamo per Buggerru e facciamo tappa a Cala Domestica, una delle spiagge più nascoste e belle dell’Isola. Proseguiamo quindi verso Porto Flavia per ammirare dalla costa lo scoglio di Pan di Zucchero. Arriviamo quindi ad Iglesias, la quarta città regia del nostro viaggio
 

GIORNO 6: IGLESIAS-CARLOFORTE. Da Portoscuso ci imbarchiamo per l’Isola di San Pietro e facciamo il giro dell’isola fino a Capo Sandalo e poi giù fino alla Punta delle Colonne, per poi dedicarci alla visita della cittadina di Carloforte, celebre per la pesca del tonno, colonia fondata nel ‘700 dagli esuli, originari di Pegli, cacciati dall’isolotto di Tabarka, sulla costa Tunisina.


GIORNO 7: CARLOFORTE-CAGLIARI. Il Traghetto ci porta a Calasetta, sull’isola di Sant’Antioco e quindi verso la parte più profonda del Sulcis, su uno dei lembi di terra più meridionali d’Europa. La meravigliosa strada costiera che ci porta verso Cagliari, tra i Capi Malfatano e Spartivento, dista in linea d’aria solo 170 km dalla costa tunisina. Fatte le doverose soste presso i punti più suggestivi, arriviamo alla tappa finale del viaggio, Cagliari, la Città sarda/fenicia/ romana/giudicale/pisana/aragonese/sabauda/italiana.  Una località con più di due millenni di storia meriterebbe, evidentemente, un viaggio interamente dedicatole. Noi ci accontentiamo di un significativo assaggio, scegliendo tra la Necropoli Punica di Tuvixeddu, la zona Romana (l’Anfiteatro e le c.d. Villa di Tigellio), il centro storico di Castello (con la Cattedrale e il Palazzo Viceregio), il Bastione di Saint Remy, la Marina, il Colle di  Bonaria, il Castello di San Michele e i parchi cittadini, l’Orto Botanico, il  Lungomare del Poetto, gli stagni di Santa Gilla e Molentargius,


GIORNO 8: CAGLIARI E’ la giornata del volo di rientro da Cagliari. Compatibilmente con l’orario del volo, è possibile visitare ancora qualche altra parte della città che non si è potuto visitare ieri, magari percorrendo il sentiero naturalistico che da Calamosca punta alla Sella del Diavolo

L'Itinerario Consigliato e Redazionale Geografico è un racconto-relazione di una precedente esperienza di viaggio scritta e aggiornata dai partecipanti e dai coordinatori che costituisce lo schema del programma di viaggio suscettibile di modifiche sulla base delle decisioni dei gruppi nello spirito dell'autogestione del viaggio, caratteristica della formula dei viaggi avventure proposti da Viaggi nel Mondo.