Torna all'homepage
 
 

                                                                                                                                                                 

DIVIETI E REATI IN THAILANDIA

 

La legge prevede il reato di insulto alla religione buddista. L’insulto include qualsiasi rappresentazione irrispettosa o immagine (tra cui i tatuaggi) di Buddha. Il reato può essere punito con l'espulsione dal Paese.

E' espressamente vietato possedere, vendere, importare ed esportare sigarette elettroniche e loro componenti. Chi viene trovato in possesso di una sigaretta elettronica, compresi gli stranieri che si trovano in Thailandia per ragioni di turismo, è punibile con una multa pari a cinque volte il valore del bene cui può aggiungersi una pena che può arrivare a cinque anni di reclusione.